Riunione della Giunta Regionale

Sostegno ai progetti innovativi di FCA e Centro Ricerche Fiat e contrasto alla violenza di genere sono stati i principali argomenti affrontati questa mattina dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.

Innovazione. Deliberato, su proposta dell’assessora Giuseppina De Santis, lo schema di accordo di programma tra Ministero dello Sviluppo economico, Regioni Piemonte, Campania ed Abruzzo e Provincia di Trento per sostenere il piano d’impresa di FCA Italy e Centro Ricerche Fiat.

Il documento, che fa seguito al protocollo d’intesa del 16 maggio scorso, prevede di attivare nei siti produttivi di Orbassano e Torino un programma di ricerca e sviluppo sperimentale sul miglioramento dell’efficienza dei veicoli, dei sistemi di trazione convenzionale ed alternativi, della riduzione dell’impatto ambientale del ciclo produttivo. La fase piemontese del progetto comporta un investimento di circa 95 milioni di euro, sul quale la Regione interviene tramite il Fondo europeo di sviluppo con un contributo di circa 9 milioni, associato ad uno stanziamento ministeriale, tramite il Fondo di crescita sostenibile, di 19 milioni.

Contrasto alla violenza di genere. Su proposta dell’assessora Monica Cerutti sono stati definiti:

– i criteri per l’accesso ai finanziamenti, ammontanti a 934.000 euro, destinati al sostegno di piani attuativi contro la violenza sessuale e di genere riguardanti la formazione del personale sanitario e sociale, l’inserimento lavorativo e l’autonomia abitativa (anche con un accesso agevolato all’edilizia residenziale pubblica) delle donne vittime di violenza, l’elaborazione di una base dati unificata su questo fenomeno;

– i criteri per l’accesso al finanziamento di 115.600 euro, secondo quanto previsto dalla l.r. 4/2016, per la realizzazione di interventi ed attività sperimentali nei confronti degli autori di violenza di genere. Enti locali ed organizzazioni titolari dei Centri antiviolenza, del volontariato e della promozione sociale potranno presentare entro il 16 dicembre 2017 progetti riguardanti percorsi di sostegno psicologico, psicoterapeutico, psico-educativo per l’annullamento dei comportamenti violenti. La presa in carico degli autori di violenza non dovrà comunque costituire un’alternativa alle procedure giudiziarie nei casi di reati.

 La Giunta ha inoltre approvato:

– su proposta dell’assessora Antonella Parigi, lo schema di protocollo di intesa tra Regione Piemonte e Città di Collegno per le manifestazioni celebrative del quarantennale dell’abbattimento del muro del Manicomio e dell’approvazione della legge Basaglia, nonché del novantesimo anniversario del caso di cronaca legato allo “smemorato di Collegno”;

– su proposta dell’assessore Antonio Saitta, il recepimento dell’accordo approvato il 27 luglio scorso in sede di Conferenza unificata Stato-Regioni-Enti locali sul piano nazionale per la prevenzione delle condotte suicidarie nel sistema penitenziario per adulti.