Riunione della Giunta Regionale

Sospensione della caccia nelle zone devastate dai recenti incendi boschivi, sostegno alle aziende agricole, servizi educativi per l’infanzia e nomina dei commissari delle Ipab sono stati i principali argomenti affrontati questa mattina dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.

Caccia. Una delibera presentata dall’assessore Giorgio Ferrero stabilisce che, a titolo precauzionale, è necessario estendere fino al termine della stagione venatoria, oltre la data del 30 novembre, la sospensione della caccia nelle zone maggiormente interessate dai recenti incendi boschivi. Il provvedimento riguarda: in provincia di Torino, i territori dei Comuni di Bussoleno, Caprie, Cumiana, Giaveno, Locana, Mompantero, Novalesa, Persero, Ribordone, Roure, Rubiana, Sparone, Traversella, Pramollo, Chianocco, Venaus, Susa, Vistrorio, Ruglio, Cantalupa e Frossasco ricadenti nei comprensori alpini TO1, TO3 e TO5; in provincia di Cuneo, alcune zone dei Comuni di Bellino, Casteldelfino, Pontechianale e della Valle Stura.

Sono stati inoltre assegnati alla Città metropolitana di Torino e alle Province 200.000 euro quale contributo per l’attività ispettiva sulla caccia e la promozione faunistica.

Agricoltura. Sempre su proposta dell’assessore Giorgio Ferrero è stata disposta la redazione di due bandi per aiutare le aziende agricole che effettuano investimenti, come la posa di reti anti insetto, per proteggere le colture arbustive ed arboree da frutto dai danni che possono provocare la cimice asiatica e la drosophila. I bandi avranno una dotazione finanziaria rispettivamente di 1,7 milioni e di 200.000 euro.

Servizi educativi per l’infanzia. Come proposto dall’assessore Gianna Pentenero, è stato deciso che i 15.700.000 euro che lo Stato ha assegnato alla Regione Piemonte per il sistema integrato di educazione e di istruzione sia destinata a consolidare la rete dei servizi educativi per l’infanzia, a favorire il pieno utilizzo dei posti esistenti, a ridurre la partecipazione economica delle famiglie. La somma sarà ripartita tra i 425 Comuni piemontesi dove tali servizi sono presenti.

Ipab. Terminata, con l’ultima delibera presentata dall’assessore Augusto Ferrari, la fase di scioglimento dei 64 consigli di amministrazione delle Ipab piemontesi formati da oltre cinque componenti e di contestuale nomina dei commissari straordinari che, a titolo gratuito, provvederanno alla predisposizione dei nuovi statuti ed alla gestione dei vari enti fino all’insediamento dei rinnovati organi amministrativi.

La Giunta ha inoltre deliberato:

– su proposta del vicepresidente Aldo Reschigna, l’indizione di una gara ad evidenza pubblica per dare alla Regione un servizio di valutazione del merito di credito e di attribuzione di un rating;

– su proposta dell’assessore Giorgio Ferrero, l’assegnazione di 3 milioni di euro trasferiti alla Regione dal Fondo di solidarietà nazionale in agricoltura per il ripristino delle infrastrutture irrigue danneggiate da eventi calamitosi dichiarati eccezionali avvenuti nel 2014, nel 2015 e nel 2016; la concessione di un contributo di 100.000 per sostenere l’attività delle enoteche regionali riconosciute;

– su proposta dell’assessora Gianna Pentenero, l’impiego temporaneo e straordinario di soggetti disoccupate o sottoposti a misure restrittive della libertà personale in cantieri di lavoro finalizzati ad attività forestale e vivaistica, di rimboschimento, di sistemazione montana e di costruzione di opere di pubblica utilità.