Remix e Ludoteca per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

E’ in corso – dal 18 al 26 novembre – la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR): si tratta di un’iniziativa promossa dall’Unione Europea, volta a promuovere la realizzazione di azioni di sensibilizzazione sulla riduzione dei rifiuti nel corso di una sola settimana, coinvolgendo una vasta gamma di pubblico: enti pubblici, imprese, società civile e cittadini.

Il tema centrale del 2017 è “Riusa e Ripara: Dai una seconda vita agli oggetti!”. Un aspetto tra i più facili ma importanti della prevenzione dei rifiuti, dietro al quale si cela la necessità di slittare da un atteggiamento usa-e-getta verso uno volto ad apprezzare i prodotti e le risorse utilizzate.

E’ dunque particolarmente pertinente con la filosofia del Centro di Riuso Creativo Remix, struttura del Comune di Alessandria presso i locali dell’ex Nido Gattamiao – in Via Nenni 72/ Piazza Don Angelo Campora – e gestita dalla Cooperativa Semi di Senape.

Per tutta la settimana presso il Centro vi sono iniziative per grandi e piccini, che andiamo ad elencare, parallelamente alle attività consuete.

Dopo il laboratorio per adulti di riciclo di stoffe, tenutosi sabato 18 novembre, si prosegue lunedì 20 novembre dalle ore 17.00 alle 19.00 con “Super Omini Elettrici”, con Andrea Serrapiglio: si tratta di un laboratorio dedicato ai giovani makers, dai 5 agli 11 anni, in cui si riciclano componenti elettriche ed elettroniche, con cui costruire sculture e robot.

Con “Recuperalibro” la proposta per il mercoledì 22 novembre è di portare a Remix, tra le 15.30 e le 19.00, libri per bambini e adulti, per dare loro nuova destinazione e utilizzo; giovedì 23 novembre dalle ore 17.00 alle 19.00 per i bambnini da 5 a 11 anni  è invece la volta di “Sottoterra”, uno dei due laboratori Artemix con Lorenza Novelli, in cui  seguendo le tracce di una formica è possibile creare  il nostro sotto terra con i materiali del centro.

Venerdì 24 novembre dalle ore 17.00 alle 18.30 è in programma una “Swap Merenda”, in collaborazione con l’associazione Aspetto e il centro ostetrico Mammalcentro,  un pomeriggio dedicato al tema del baratto per dare una seconda vita a vestiti, accessori, giochi e tutto quello che viene in mente legato all’infanzia: ogni mamma ha a disposizione un tavolo su cui mostrare la merce che vuole barattare e può girare tra gli altri tavoli per scambiare materiali, mentre i bimbi si dedicano a  merenda e giochi con i materiali di riciclo del centro.

Sabato 25 novembre è la volta di “Xilografia e libri d’artista” con l’artista Valentina Biletta, laboratorio per adulti dalle ore 10.00 alle ore 16.00, sull’arte di riprodurre un disegno mediante la stampa manuale: il laboratorio prevede una piccola parte storico/teorica e una sezione pratica per la realizzazione di una o più matrici di legno e la stampa di un’illustrazione. L’illustrazione sarà utilizzata per creare una scultura xilografica, un’opera che partendo da un’immagine xilografata, viene intagliata e strutturata in modo da diventare un’opera tridimensionale.

Per i bambini a partire dai 4 anni, sempre sabato 25 novembre con Valentina Biletta dalle ore 16.30 alle ore 18.30,  “Lavagne da viaggio”: Una piccola lavagna da mettere dove si vuole ma da portare anche con sé…..per non dimenticare mai nulla. Realizzata con cartone, materiali di recupero e…della forma che piace di più.

 

Anche la Ludoteca Comunale C’è Sole e Luna aderisce alla SERR, con le Spazzatoy Stories: 

da lunedì 20 a venerdì 25 novembre, ogni giorno dalle ore 17:00 alle ore 18:00, sono previsti in ludoteca laboratori, animazioni, giochi, attività creative a tema, per ridare nuova vita agli oggetti, raccontare nuove storie, e “prendersi cura di ciò che si ama”.

Per dirla infatti con le parole di Monica Guerra, esperta di educazione naturale, Università Bicocca di Milano “I cambiamenti che riguardano l’ambiente creano un clima di preoccupazione anche intorno ai bambini, gli uomini del futuro. A meno che non avvenga un cambio di rotta importante, un cambio di rotta che può essere favorito dal sentire il mondo come prossimo e non come altro da sé. Perché nessuno si prende cura di qualcosa che non ritiene importante. Nessuno si prende cura di qualcosa che non ama”.