Pubblicità

UPO e Fondazione CRT unite per scoprire nuovi talenti della ricerca

La Fondazione CRT e l’Università del Piemonte Orientale proseguono la loro storica collaborazione con un’iniziativa di grande respiro per lo sviluppo della ricerca e per la valorizzazione del giovani talenti. La Fondazione ha stanziato un contributo di settecentomila euro per attivare ventisette assegni di ricerca su numerose tematiche sviluppate dai dipartimenti dell’UPO. Il bando, online sul sito dell’ateneo (www.uniupo.it/it/ricerca/assegni-di-ricerca/bandi) scade il 15 gennaio 2018.

Saranno selezionati i candidati che avranno presentato un progetto nell’ambito di una delle due macroaree (scientifica: 14 assegni, umanistico/economico/giuridico/sociale: 13 assegni), cui afferiscono sessanta linee di ricerca: dall’analisi delle disuguaglianze sociali ed economiche alla chimica dei polimeri; dai classici greci e latini online al metabolismo cellulare.

Sono ammessi alla selezione coloro che sono in possesso di un dottorato di ricerca o un titolo equivalente conseguito all’estero o una specializzazione di area medica. Non possono candidarsi coloro che sono già in ruolo nelle università o negli enti pubblici di ricerca. Come è ormai uso nelle più qualificate selezioni internazionali, la commissione esaminatrice si avvarrà di esperti revisori (referee) di elevata qualificazione esterni all’Ateneo e le cui generalità non saranno rese note.

Una parte della cifra stanziata (34.700 euro) sarà destinata all’acquisto di beni strumentali e di attrezzature volte a completare l’allestimento multimediale dell’aula magna e delle aule del complesso “San Giuseppe” di Vercelli, utilizzate dal Dipartimento di Scienze e innovazione tecnologica e dal Dipartimento di Studi umanistici.

«L’operazione con la Fondazione CRT mi riempie di soddisfazione», dichiara il rettore Cesare Emanuel. «Con questo cospicuo contributo la Fondazione, di fatto, favorisce l’inizio della carriera di ricerca di giovani con curricula di eccellenza. Saranno selezionati i migliori progetti e i candidati più talentuosi. Il nostro Paese ha bisogno di idee nuove e la ricerca è il vero motore del cambiamento».

«Le risorse della Fondazione CRT rinsaldano la collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale e rappresentano un vero e proprio investimento che riteniamo determinante per rafforzare l’attrattività formativa dell’ateneo e del territorio», sottolinea il Vice Presidente vicario della Fondazione CRT Anna Chiara Invernizzi. «La Fondazione CRT sostiene il talento dei giovani, dando loro strumenti e possibilità di crescita personale e professionale: in particolare, promuove giovani ricercatori, finanziandone i progetti e gli studi più innovativi».

Pubblicità