Pubblicità

Casale Monferrato tra le dieci finaliste per il titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020

Casale Monferrato è tra le dieci città finaliste per il prestigioso titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020 assieme ad Agrigento, Bitonto, Macerata, Merano, Nuoro, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso. Il titolo sarà assegnato il prossimo 16 febbraio.

Il MIBACT ha deciso di premiare la volontà di riscatto della città che, proprio attraverso la cultura, sta ottenendo il suo rilancio. Il dossier della candidatura, l’impegno quotidiano della cittadinanza e la sua forza resiliente sono stati fondamentali alla prestigiosa inclusione di Casale Monferrato, unica rappresentante piemontese, tra le “magnifiche dieci” finaliste.

Un riconoscimento importante per la città e per il territorio, come ha commentato il sindaco di Casale Monferrato, che premia un progetto valido di rinascita e che intende la cultura non solo come bellezza artistica, paesaggistica e naturalistica, ma anche in quanto capacità di reinventarsi e di innovare proprio per mezzo di essa. Un traguardo che, anche in caso di mancata vittoria, potrà lasciare in eredità la modalità di azione come gruppo e lo spirito di collaborazione esperito in questa circostanza.

Nelle prossime ore il Ministero comunicherà le linee guida da seguire per la fase successiva, per la quale è previsto un colloquio orale a Roma davanti a una giuria di esperti di nomina ministeriale, che comprenderà una presentazione del progetto di candidatura e delle domande da parte della giuria stessa. Il tempo per preparare questa tappa non è molto, ha sottolineato l’assessora alla Cultura di Casale Monferrato, e in vista di questo appuntamento è prevista l’organizzazione di momenti di confronto e dialogo. La candidatura, ha aggiunto l’assessora, è nata proprio con questo spirito di inclusione: essere tra le dieci finaliste è già una grandissima vittoria, un premio a chi ha avuto il coraggio di esserci dall’inizio e per la stesura del dossier.

In merito a questo ottimo risultato, anche la Regione ha voluto comunicare il suo supporto. L’assessora alla Cultura e al Turismo ha infatti voluto sottolineare come l’inclusione di Casale Monferrato nella short list per il titolo di Capitale italiana della Cultura 2020 sia non solo motivo di grande orgoglio, ma la testimonianza del riscatto di un territorio ferito, e di come questo abbia saputo ritrovare forza e identità grazie alla cultura. Un riconoscimento importante, ha aggiunto, che conferma quanto la cultura possa essere il cuore e la forza motrice delle città e delle comunità.

Per supportare la candidatura in questi ultimi giorni prima della proclamazione della vincitrice è disponibile un motivo a tema “Casale Capitale Italiana della Cultura 2020” per Facebook. Per utilizzarlo è sufficiente cliccare sul link www.facebook.com/ profilepicframes e cercare “Casale Capitale” per trovare il badge ufficiale della candidatura, selezionarlo e cliccare su “usa come immagine del profilo”.

Oltre a questo, al link www.comune.casale-monferrato.al.it/casale2020 è stato caricato il logo ritagliabile da stampare e utilizzare per immortalarsi in un selfie.

Pubblicità