La cultura dell’accoglienza turistica

“La cultura dell’accoglienza turistica: accogliere, comunicare e fare rete”. È questo il tema di un ciclo di incontri che Confagricoltura Donna Alessandria organizza, con il patrocinio dei Comuni coinvolti, dal 30 gennaio al 22 febbraio tra Acqui Terme, Novi Ligure e Casale Monferrato. Nove appuntamenti, tre per zona, rivolti principalmente a chi si occupa di accoglienza turistica ma anche a chi ha interesse a essere informato su vino, cibo e ristorazione, nuove forme e opportunità di comunicazione.

“L’ospitalità nell’Alessandrino avviene soprattutto in strutture mediamente piccole – dice la presidente di Confagricoltura Donna Michela Marenco, viticoltrice e donna del vino – agriturismi, b&b, affittacamere, hotel di charme, dimore familiari e di campagna. La caratteristica è l’essere autentiche: per questo piacciono soprattutto al turismo in crescita degli stranieri”. Spiega la Presidente: “È necessario essere sempre più preparati all’accoglienza e alla cultura dell’accogliere, a essere informati e aggiornati su quel che la nostra provincia offre come attrattiva, luoghi ed eventi. Il vino, il cibo, la bellezza del paesaggio sono sicuramente importanti richiami per il turista, in particolare dall’estero. Devono diventare forza di comunicazione: abbiamo tante cose belle, è ora di cominciare a dirlo anche sfruttando le nuove opportunità che ci danno, per esempio, i social network. Questi saranno gli argomenti che tratteremo nei nostri incontri”.

Secondo gli ultimi dati della Provincia di Alessandria, ci sono in totale 664 strutture dedicate all’accoglienza: 129 son alberghi; 535 quelle dell’extralberghiero, di cui 161 agriturismi e 248 b&b. In generale il turismo è in crescita: non ci sono ancora i dati del 2017, ma nel 2016 ci sono stati 323.136 arrivi (+3,3%) e 709.640 presenze (+3,6%). Il numero di presenze maggiore si è registrato nell’Acquese con il richiamo delle terme (47.058 presenze). Gli stranieri, pari a circa il 40% dei turisti, preferiscono le strutture dell’extralberghiero: nel 2016, sono stati 92 mila con oltre 6 mila presenze in più (+7%); gli arrivi stranieri 34 mila (+9,2%). Arrivano soprattutto da Germania, Francia, Paesi Bassi, Svizzera, Usa, Canada, Australia e Cina.