Biblioteca Giovanni Sisto: nuove donazioni e aperture al pubblico

“Un esperimento riuscito”: Giacomo Balduzzi e Dario Fornaro definiscono in questo modo la Biblioteca Giovanni Sisto, nata alcuni anni fa per volere del Centro di Cultura dell’Università Cattolica e intitolata al compianto prof. Sisto, comandante partigiano, Deputato e Presidente della Provincia di Alessandria. “La sfida appariva ardua – spiega Fornaro – perché si trattava di costruire una biblioteca partendo da zero: zero risorse economiche, zero patrimonio librario, zero strutture attrezzate, solo il patrocinio morale dell’illustre concittadino”.

Il Centro di cultura, in passato, disponeva di una biblioteca e di un archivio molto ampi, ma tutto andò perso con l’alluvione del 1994. “Nella nuova sede di Via Inviziati – racconta Balduzzi – ci siamo trovati alcuni anni fa con un gruppo di volontari e abbiamo scritto una lettera a una cinquantina di persone, tutti soci da lunghi anni del Centro di cultura, chiedendo che portassero libri e documenti di cui volevano disfarsi”.

Gli spazi della sede non sono enormi, pertanto sono stati selezionati i materiali più rilevanti rispetto agli interessi, comunque piuttosto ampi, che da sempre coltiva il Centro di cultura: storia, letteratura, arte, società, politica, economia, con un’attenzione particolare alla dimensione del rapporto fede-cultura e al territorio della Provincia di Alessandria. Il catalogo dei libri posseduti, inventariati e già collocati a scaffale è disponibile su supporto sia cartaceo sia telematico e al momento conta quasi tremila titoli di monografia più un migliaio di fascicoli di rivista. Informano i responsabili che “I volumi inventariati sono disponibili sia per il prestito sia per la libera consultazione in Biblioteca, negli orari di apertura”.

I lavori di selezione e inventario dei materiali, nel frattempo, procedono, sempre grazie al lavoro paziente dei volontari. In più, ogni tanto arrivano delle buone notizie. L’ultima di queste è la donazione, da parte di Lucio Bassi e autorizzata dalla Provincia, del volume degli indici della rivista “La Provincia di Alessandria”, compilato a mano dall’indimenticato Maestro Alfredo Rota, che era legato all’onorevole Sisto da rapporti di profonda stima, amicizia e fattiva collaborazione, anche per le comuni origini mirabellesi. Il volume, di dimensioni ragguardevoli, presenta l’indice completo degli autori e degli argomenti usciti nella rivista, a partire dal primo fascicolo datato gennaio 1954. “La Provincia di Alessandria nacque per volontà di Giovanni Sisto e del senatore Paolo Desana, allora entrambi membri della prima Giunta Provinciale” racconta lo stesso Lucio Bassi, che prosegue: “La Rivista ha retto, con Sisto direttore fino al 1978, e poi con altri presidenti della Provincia quali successori nella direzione, terminando la sua avventura nel dicembre 1994”. L’acquisizione del manoscritto degli indici arricchisce e completa la raccolta della rivista, già presente nella Biblioteca “Giovanni Sisto”. “Trovo che il manoscritto sia ora in buone e sicure mani” commenta Lucio Bassi.