Blindato l’accesso ai locali sotto il ponte Tiziano

Il ponte Tiziano ha al suo interno alcuni locali “di servizio” che negli ultimi anni sono diventati il rifugio di alcuni “inquilini”. Proprio in questi locali, qualche anno fa, si era sviluppato un incendio, scoppiato perchè queste persone si dovevano scaldare, che aveva reso il ponte inagibile.

Da ieri questi spazi sono chiusi con delle grate che ne blindano l’accesso. “Gli spazi al suo “interno” – spiega su Facebook l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Alessandria – sono stati chiusi con apposite grate, da oggi il ponte è un pochino più in sicurezza“.

In questo ultimo periodo era stato segnalato un via vai di gente. “In un primo momento – prosegue sempre sul social network l’Assessore alle Politiche Sociali e al Decoro Urbano del Comune di Alessandria – mi avevano parlato di due rifugiati e devo dire che la cosa aveva turbato la mia sensibilità personale. Queste persone scappano dalla guerra, dovrebbero avere determinate tutele, essere adeguatamente seguite e, di certo, non vivere sotto un ponte. Non so chi fossero. Magari arrivavano in treno in città chissà per fare cosa e poi dormivano sotto il ponte. Ovviamente avevo segnalato la cosa alla Polizia Municipale e alle Forze dell’Ordine anche per dare maggiore serenità a chi vive nella zona“.

L.S.