Pubblicità

Ad Acqui un corso su “Come presentarsi sul mercato digitale”

Nel 2017 il tema era stato come “vendere” il prodotto a turisti italiani e stranieri, la gestione delle prenotazioni e le opportunità, ma anche le insidie, dei nuovi canali digitali e del web. Quest’anno sarà la comunicazione, anzi, lo “Storytelling, come presentarsi sul mercato digitale” l’argomento del secondo corso di formazione destinato a gestori di strutture ricettive, ristoratori, operatori locali che si svolgerà martedì 6 marzo, dalle 9 alle 17,30 alla sala convegni di palazzo Robellini, in piazza Levi 5 ad Acqui Terme.

L’iniziativa è di The Charming Travel Network, il consorzio di operatori turistici europei che, da oltre un anno, collabora con i Comuni di Canelli, Nizza, Calamandrana e Acqui Terme e che ha portato ad una serie di iniziative con l’inserimento delle strutture e dei territori Patrimonio dell’Umanità sui cataloghi dei soci e sui siti multimediali del consorzio. Rapporto che ha già raccolto i suoi frutti con un fatturato, in soli sette mesi del 2017, di oltre 100 mila euro nelle strutture ricettive locali con più di mille turisti veicolati e un indotto di presenze che cresce soprattutto dai Paesi del Nord e Centro Europa.

Numerosi i relatori che si alterneranno nella giornata di formazione, la prima su queste tematiche che si svolge in zona. Filippo Filippeschi, membro del CTN e tour operator fondatore delle compagnie danesi “In-Italia” e “Signaturs” , Marina Cibrario, esperta di comunicazione, storytelling e web writer e Patrizia Brambilla  del “Relais Villa del Borgo”.

Si parte alle 9 con l’introduzione e, a seguire, le relazioni che si concentrerà sulle modalità comunicative e come creare appeal verso il cliente. Alle 12 spazio alle domande prima del lunch che si svolgerà presso l’Enoteca Regionale di Acqui Terme. Ripresa dei lavori alle 14,30 con focus sulla comunicazione, la parte relazione e emotiva e esperienze vissute con esercitazioni. Chiusura alle 17,30.

“La giornata è aperta a tutti gli albergatori e gestori di strutture ricettive ma anche ristoratori e bar che hanno il desiderio di ampliare il proprio bagaglio di conoscenze esperienze – dicono i Sindaci di Acqui Terme, di Nizza e di Canelli -. Un’occasione importante per il nostro territorio”.

La partecipazione al corso costa 30 euro, da versare direttamente al momento dell’iscrizione a Palazzo Robellini, comprensiva di materiale informativo e lunch. La giornata è aperta a tutti gli operatori del settore dell’astigiano e delle aree del vicino cuneese e alessandrino. E’ gradita l’iscrizione o la conferma di partecipazione.

“Il CTN ha deciso di investire su quest’area Patrimonio dell’Unesco coinvolgendo i Comuni che hanno dimostrato subito disponibilità e collaborazione – spiega Joerg Fischer, presidente del CTN -. In calendario abbiamo la presenza alla ITB di Berlino ed a fiere internazionali oltre ad un workshop con tour operator internazionali che incontreranno tutti gli operatori locali per installare sinergie e collaborazioni”.

Maggiori informazioni sul corso, sul programma e iscrizioni ai siti dei Comuni oppure a a.ferrero@comune.nizza.at.it, manifestazioni@comune.canelli.at.it, turismo@comuneacqui.com, www.comune.calamandrana.at.it

Pubblicità