Elezioni: Molinari e Berutti eletti all’uninominale. Col proporzionale Pettazzi, Fornaro e Matrisciano

Si è votato ieri, domenica 4 marzo, dalle 7 alle 23 per le elezioni politiche. Per la prima volta si è utilizzato il Rosatellum.

Alle 12 l’affluenza in provincia è stata circa del 20% (circa un punto in più dell’affluenza nazionale), alle 19, invece, aveva votato il 61,56% degli aventi diritto. Alla chiusura dei seggi in provincia ha votato il 74,75% dei votanti.

Non sono mancati i disagi dovuti alle attese per il tagliando antifrode o, addirittura, problemi nella distribuzione delle schede. Nel collegio di Rivalta Bormida e di Castelnuovo Bormida si sono dovute sostituire le schede al mattino per l’errata dicitura sul fronte del documento che riportava il collegio di Asti. Dalla Prefettura dicono che il problema (sulla scheda era indicato il collegio di Asti) è stato immediatamente risolto senza alcuna sospensione del voto.

A Tortona, invece, una disabile non è stata lasciata votare. All’uscita dal seggio si è sfogata sui social denunciato l’avvento. “Buon pomeriggio a tutti – ha scritto Luisella sui social -, questa mattina mi sono recata al seggio per il voto perchè dovrebbe essere un diritto di tutti invece nel mio caso non è stato, purtroppo, con profondo rammarico mi sono trovata con i miei genitori a dover far spostare delle macchine perchè ostruivano il passaggio alla nostra rampa, dover far sgombrare dai vigili la neve ammassata proprio nell’unico stallo (posteggio per disabili presente), per poi arrivare e trovarmi che per raggiungere il nostro seggio (seggio 21) dovevo salire le scale, abbiamo chiesto ai poliziotti come fare per poter votare, loro mi hanno accompagnato dinnanzi un seggio a piano terra (seggio 2) arrivata dinnanzi al seggio accompagnata dai miei genitori più un poliziotto, appunto, la presidente del seggio unitamente alle scrutatrici del seggio non mi hanno voluta accettare perchè non avevo il certificato di invalidità. Vi sembra giusto? quando fino al 2014 ho sempre votato senza presentare nessun documento d’ invalidità se non i soliti documenti richiesti (tessera elettorale unitamente alla carta d’identità valida)”.

Di seguito i risultati in tempo reale. I dati riguardanti la provincia sono definitivi.

Partito Camera
(Italia)
Camera (Provincia) Senato
(Italia)
Senato (Provincia)
Partito Valore Umano 0,14 % 0,23 % 0,12 % 0,27 %
Totale Coalizione 0,14 %
0,25 % 0,12 %
0,27 %
Liberi e Uguali 3,38 % 3,66 % 3,26 % 3,37 %
Totale Coalizione 3,39 %
3,97 % 3,28 %
3,37 %
Noi con l’Italia 1,31 % 1,13 % 1,20 % 0,70 %
Forza Italia 14,03 % 14,68 % 14,46 % 15,15 %
Fratelli d’Italia 4,33 % 3,68 % 4,25 % 3,56 %
Lega 17,41 % 25,44 % 17,67 % 25,81 %
Totale Coalizione 37,00 %
44,60 % 37,50 %
45,22 %
Casapound Italia 0,94 % 0,83 % 0,85 % 0,92 %
Totale Coalizione 0,94 %
1,05 % 0,85 %
0,92 %
Potere al popolo 1,12 % 0,91 % 1,05 % 0,90 %
Totale Coalizione 1,13 %
0,97 % 1,05 %
0,90 %
Movimento 5* 32,63 % 27,07 % 32,15 % 26,14 %
Totale Coalizione 32,66 %
26,87 % 32,21 %
26,14 %
Forza Nuova 0,38 % 0,48 % 0,49 % 0,53 %
Totale Coalizione 0,38 %
0,51 % 0,49 %
0,53 %
Il popolo della famiglia 0,66 % 0,27 % 0,70 % 0,44 %
Totale Coalizione 0,66 %
0,29 % 0,70 %
0,44 %
Civica popolare 0,54 % 0,30 % 0,52 % 0,45 %
+Europa 2,54 % 2,62 % 2,36 % 2,63 %
Insieme 0,60 % 0,51 % 0,54 % 0,32 %
Partito Democratico 18,72 % 18,19 % 19,14 % 18,47 %
Totale Coalizione 22,87 %
21,50 % 23,00 %
21,86 %
Grande nord 0,06 %
Solo senato 0,05 % 0,25 %
Totale Coalizione 0,06 %
Solo senato 0,05 %
0,25 %
Partito repubblicano italiano 0,06 %
Solo senato 0,09 % 0,10 %
Totale Coalizione 0,06 %
Solo senato
0,09 %
0,10 %

Per l’uninominale i due eletti sono Riccardo Molinari che entra alla Camera e Massimo Berutti che entra al Senato.

Adesso che è ufficialmente finito lo spoglio – commenta l’On. Molinari – posso dire grazie! È un risultato incredibile, che va al di sopra di ogni più rosea aspettativa sia per la Lega che per me personalmente. La Lega è il primo partito ad Alessandria, in tutto il Piemonte 2 e comunque saldamente in testa nella coalizione di centrodestra nel Piemonte 1. Abbiamo ottenuto un risultato storico e siamo la prima forza politica del Piemonte, non so in quanti ci avrebbero scommesso un euro solo un paio di anni fa. Noi ci abbiamo sempre creduto… Grazie a chi ci ha creduto con me, anche nei momenti più bui e duri, ma soprattutto grazie ai miei concittadini e conterranei, che mi hanno scelto come rappresentante di questo Territorio in Parlamento, con un consenso che in un collegio “rosso” come il mio, nessuno avrebbe mai potuto pronosticare. Un cittadino su due mi ha dato fiducia, non la tradirò e farò tutto quanto è nelle mie forze per meritarmela ogni giorno“.

Col proporzionale, invece, è stato eletto alla Camera l’ex sindaco leghista di Fubine Lino Pettazzi.

Posso dire di essere molto soddisfatto del risultato ottenuto sia a livello locale che nazionale – commenta l’On. Pettazzi –. La Lega è riuscita a far passare fra la gente comune un programma completo e concreto andando a portare risposte e benefici soprattutto alle più urgenti necessità e criticità”.

Al Senato, invece, sono stati eletti col proporzionale Federico Fornaro di Liberi e Uguali e Susy Matrisciano del Movimento 5 Stelle.

Intanto emergono alcuni dati. La coalizione di centro-destra ha vinto in tutta la provincia, compresi quei comuni (come ad esempio Novi e Ovada) che sono tradizionalmente delle roccaforti rosse.

L.S.