Pubblicità

Acqui Terme, Lucchini: «Arriva per la prima volta la Coppa Milano-Sanremo in città»

Si scaldano i motori per il ritorno della mitica Coppa Milano-Sanremo che, a 112 anni dalla sua prima edizione nel 1906 e a 7 dall’ultima rievocazione storica (2011), torna a correre per la gioia di tutti gli appassionati delle auto d’epoca. Per la prima volta farà tappa anche nella città di Acqui Terme.

«Sono davvero molto entusiasta – dichiara il sindaco Lorenzo Lucchini – di vedere la Coppa Milano-Sanremo toccare la nostra città. Si tratta di un vero e proprio inno che dichiara che Acqui Terme gode di una forte attitudine turistica mai spenta. Ringrazio gli organizzatori – Equipe International e Rust and Dust – e la pasticceria Voglino e Acqui Garden per il supporto concesso a questa straordinaria esperienza sportiva e culturale. Spero che diventi una festa di comunità».

Dal 22 al 24 marzo 2018, decine di equipaggi italiani e stranieri, composti da uomini e donne, percorreranno le strade che da Milano conducono alla Riviera dei Fiori destreggiandosi in 65 prove totali: 52 prove speciali e 6 prove di media (con rilevamenti intermedi). Un percorso fascinoso, seppur a tratti ostile, con curve da manuale coperte dall’infida salsedine, e rettilinei dove la precisione è tutto, e anche un solo centesimo di secondo può essere decisivo ai fini della prova.

Sabato 24 marzo la Coppa Milano-Sanremo passerà da Acqui Terme. La città si preparerà ad accogliere con tutto il calore questa manifestazione sportiva. L’evento sarà preceduto, dalle ore 9.00, dal passaggio di auto d’epoca organizzato da Rust and Dust, che transiteranno da piazza Italia fino ad arrivare a piazza della Bollente per un breve pit stop. Le auto si posizioneranno, infine, presso la salita Duomo e piazza Duomo, dove rimarranno in esposizione per tutta la mattinata. Dalle ore 12.00 alle ore 14, invece, toccherà al passaggio della Coppa Milano-Sanremo ad Acqui Terme, dove le auto faranno un breve pit stop davanti alla fontana della Bollente; infine sosteranno nell’incantevole Villa Ottolenghi e, percorrendo le montagne dell’Appennino ligure, scenderanno nuovamente verso Sanremo in vista del traguardo che la prima macchina dovrebbe tagliare tra le 18.00 e le 19.00.

Il nuovo percorso, profondamente rivisitato rispetto alle ultime Rievocazioni, toccherà Lombardia, Piemonte e Liguria in un tragitto di oltre 600 chilometri. La partecipazione alla corsa – inserita per la prima volta nel Trofeo Superclassica ACI – è a numero chiuso, correranno solo 100 auto costruite fra il 1906 e il 1976, ammettendo quindi anche le auto che fanno parte del raggruppamento H di ACI Sport. A queste si aggiungeranno le vetture del Tributo Maserati costruite dal 1977 ai giorni nostri quale importante omaggio ai tanti appassionati del Marchio del Tridente, main partner, assieme a Pirelli e IWC official time keeper, di questa edizione. Trattandosi della gara più antica d’Italia, e visto il gran numero di richieste pervenute, l’organizzazione ha annunciato che sarà data la precedenza alle auto di maggior interesse storico munite di passaporto F.I.V.A, o di fiche F.I.A. Heritage, o di omologazione A.S.I., o fiche A.C.I. Sport, o appartenenti a un registro di marca.

L’edizione 2018 sarà corredata da ben 20 titoli d’onore che premieranno i primi 10 equipaggi della classifica generale, i primi tre classificati per ciascuna categoria, i primi tre classificati nelle prove di media, la prima scuderia, il primo equipaggio under 30.

Come da tradizione, verrà anche premiato il primo equipaggio femminile che, oltre al titolo assoluto, potrà gareggiare per l’ambito premio “Coppa delle Dame”. Già nel 1929 erano ben cinque gli equipaggi femminili che concorrevano per il titolo anche chiamato “La perla di Sanremo”.

La manifestazione prenderà il via giovedì 22 marzo 2018 con il ritrovo degli equipaggi presso l’Autodromo di Monza, dove si disputeranno le verifiche tecniche e sportive, i giri liberi in pista e la parata inaugurale delle vetture. Dopo un passaggio nel centro di Monza, le auto partiranno alla volta di Milano con un vero e proprio “defilè” nel cuore del Quadrilatero della moda, passando da via Montenapoleone fino ad arrivare all’ombra della Madonnina, dove verranno ufficialmente presentate al pubblico.

Si avvicina dunque sempre più il momento di scrivere un nuovo capitolo della gloriosa storia di questa corsa che tanto ha affascinato i gentlemen drivers di una volta. Nata come opportunità per pochi facoltosi appassionati, desiderosi di cimentarsi in quella che allora poteva definirsi un’ardimentosa passeggiata verso il mare e i colori primaverili della Riviera ligure, la Coppa Milano-Sanremo ha altresì visto correre grandi campioni del volante e illustri personaggi, come l’indimenticabile SAR Principe Adalberto di Savoia (vincitore nel 1933). Per rendere omaggio al celebre antenato e proseguire un’antica tradizione di famiglia, La Real Casa di Savoia ha dato comunicazione che per questa edizione sarà istituito un ulteriore premio al fair play, con la consegna del “Trofeo degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia” a chi nel corso della gara saprà distinguersi per spirito sportivo e cavalleresco. Un’ulteriore testimonianza, dunque, di come l’aspetto agonistico in questa competizione si è da sempre sapientemente mixato con l’esclusivo fascino di una gara singolare nel suo genere.

Pubblicità