La Regione Piemonte indice una selezione per l’assunzione a tempo determinato di 18 operai per cantieri forestali e vivai

Dopo sette anni la Regione Piemonte torna ad assumere operai forestali per i cantieri e i vivai regionali. Il bando di selezione pubblica per l’assunzione a tempo determinato di 18 forestali è stato pubblicato oggi sul Bollettino ufficiale regionale.

Nei limiti consentiti dal bilancioha detto l’assessore alle Foreste della Regione Piemonte, Alberto Valmaggiaabbiamo voluto soddisfare le esigenze di reintegro delle squadre forestali e del personale addetto ai vivai regionali per assicurare una maggiore produttività e manodopera per attuare i programmi di settore”.

L’attività degli operai forestali consiste, secondo le leggi regionali vigenti, nell’esecuzione in amministrazione diretta di interventi volti alla valorizzazione del territorio,  alla manutenzione delle foreste e alla sistemazione idrogeologica ed idraulico-forestale. “Il lavoro dei forestaliha spiegato l’assessore Valmaggia –  è finalizzato anche alla prevenzione delle calamità naturali e del rischio idrogeologico e al ripristino dello stato dei luoghi nelle situazioni post-emergenziali. L’attività degli operai si svolge prevalentemente nelle aree montane collinari, con la conseguenza di contribuire anche a contrastare il fenomeno dell’abbandono, visto che le maestranze risiedono, o comunque sono domiciliate, nei territori in cui prestano servizio”.

Il rapporto di lavoro degli operai forestali è regolato dal Ccnl relativo alla categoria degli “addetti ai lavori di sistemazione idraulico-forestale e idraulico-agraria”.

L’organico degli operai forestali regionali risultava determinato in 571 unità da una precedente delibera di Giunta del 2007. A partire dal 2010 non si è più provveduto alla sostituzione del personale a vario titolo cessato dal servizio, determinando così la riduzione del numero degli addetti alle attività, che, al 31 luglio 2016, risultavano complessivamente 471. Successivamente a tale data il numero dei forestali si è ulteriormente ridotto. “Si è fissato a 471 il numero di operatori sotto il quale non si intende scendereafferma l’assessore Alberto Valmaggia Si tratta di una scelta condivisa con le organizzazioni sindacali, a cui oggi segue il relativo bando per l’assunzione a tempo determinato con contratto triennale. Si intende così invertire la tendenza degli ultimi anni e riprendere ad assumere con lo scopo di dare alle squadre forestali la piena funzionalità in relazione alle attività programmate e a quelle imprevedibili derivanti da eventi calamitosi ”.

L’avviso di selezione prevede una prova scritta e una prova pratica, volte ad accertare le competenze forestali e vivaistiche, precedute da una preselezione per titoli nel caso in cui le domande di partecipazione siano in numero superiore a cinque volte i posti da assegnare.

Avviso e modulo per la domanda sono pubblicati sul Bur, sul sito della Regione Piemonte nella sezione “Foreste” www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2018/corrente/concorsi/00000031.htm ed è possibile richiederne copia agli sportelli forestali e ai Settori tecnici regionali decentrati.

Il termine per la presentazione delle candidature è stabilito al 30 marzo 2018.