Pubblicità

Bando di ricerca finalizzata, vincono 6 progetti piemontesi

Il Ministero della Salute finanzierà sei progetti presentati dalla Regione Piemonte nell’ambito del Bando di Ricerca Finalizzata 2016, per un importo complessivo di 1.623.276,58 euro. La Regione Piemonte parteciperà inoltre, con un co-finanziamento regionale di 1.200.000 euro e insieme ad altre regioni, a due progetti di ricerca e innovazione del Ministero della Salute secondo quanto previsto da un’apposita sezione del bando.

La graduatoria e i relativi finanziamenti sono stati approvati dal Ministero lo scorso 18 gennaio e la Giunta regionale, nella riunione di questa mattina, ha deliberato la presa d’atto, a firma dell’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta.

I sei progetti piemontesi vincitori del bando sono finalizzati alla ricerca su patologie come la Sla, il diabete di tipo 2, sulla cura di malattie dell’apparato cardiovascolare, sulle ricadute dell’allungamento della vita media. Le sedi delle ricerche sono la Città della Salute di Torino, l’Asl To3 e l’azienda ospedaliera di Alessandria.

In dettaglio sono:

– “Identification of genetic and environmental determinants of onset and progression of ALS (INITIALS)”, sede della ricerca l’azienda ospedaliera universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino, responsabile scientifico il professor Adriano Chiò. Il finanziamento previsto è di 432.000 euro;

– “The health equity impact of increasing age of retirement: the contribution of Italian longitudinal studies”, sede della ricerca l’Asl To3 – responsabile scientifico dottor Giuseppe Costa. Il finanziamento previsto è di 330.196,58 euro;

– “Epigenetic and psychologic correlates of metabolic control in people with type 2 diabetes followed by a long-term structured self-management education program”, sede della ricerca l’azienda ospedaliera universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino – responsabile scientifico dottor Massimo Porta. Il finanziamento previsto è di 231.480 euro;

– “Angiographic control vs ischemia-driven management of Patients undergoing percutaneous revascularization of the Unprotected Left main coronary artery with Second-generation drug Eluting stents: the PULSE trial”, sede della ricerca l’azienda ospedaliera universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino – responsabile scientifico dottor Fabrizio D’Ascenzo. Il finanziamento previsto è di 199.700 euro;

– “Cryoballoon atrial fibrillation ablation: in vivo evaluation of tissue effects and predictors of durable lesions”, sede della ricerca l’azienda ospedaliera universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino – responsabile scientifico dottor Matteo Anselmino. Il finanziamento previsto è di 194.500 euro;

– “Smart assistance for CAD patients with low ejection fraction dialted cardiomyopaty treated with percutaneous coronary intervention”, sede della ricerca l’azienda ospedaliera SS. Antonio e Biagio e C. Arrigo di Alessandria – responsabile scientifico dottor Gioel Gabrio Secco. Il finanziamento previsto è di 235.400 euro.

La Regione Piemonte ha inoltre aderito a due delle tematiche proposte dal Ministero nell’ambito dei progetti da realizzarsi in rete fra le regioni su tutto il territorio nazionale:

– “Valutazione dell’efficacia di interventi di audit e feed-back per migliorare la qualità delle cure e ridurre l’eterogeneità di accesso alle cure efficaci nella popolazione italiana, incluse le emergenze cardio e cerebrovascolari”, che vede la partecipazione del Ministero della Salute e di cinque regioni, con un co-finanziamento della Regione Piemonte di 600.000 euro;

– “Gestione delle multimorbilità dell’anziano con particolare riferimento al territorio, alla politerapia integrata e alla robotica riabilitativa”, che vede la partecipazione del Ministero della Salute e di quattro regioni, con un co-finanziamento della Regione Piemonte di 600.000 euro.

Pubblicità