Pubblicità

Mister Marcolini: “Vogliamo costruire qualcosa di importante già a Viterbo”

Alla vigilia della prima finale di Coppa Mister Marcolini si affida al sito societario per diffondere i suoi pensieri. “È un impegno di prestigio – spiega Marcolini – che vogliamo onorare per una circostanza come quella rappresentata da una finale, a cui arriviamo consapevoli della bravura dell’avversario ma anche convinti delle nostre qualità, spinti dalla passione del nostro pubblico a cui chiediamo di tifare allo stadio e a casa”. L’Alessandria non arrivava in finale dal lontano 1973, anni in cui si è aggiudicata la Coppa.

Nuovamente disponibili Giosa e Bellazzini, inoltre è disponibile anche Nicco che sabato non ha potuto giocare a causa del turno di squalifica. “La gara di sabato – prosegue il Mister – mi ha dato indicazioni molto positive per la prestazione e la qualità delle giocate mostrate anche da chi di solito è meno impiegato, segno che il gruppo è forte e motivato. Da li, parto; quanto all’avversario niente da dire, se non le caratteristiche che si conoscono, di una squadra attrezzata e forte ma, soprattutto a questo punto della stagione, c’è ormai poco da scoprire”.

Quello che è certo è che i Grigi domani faranno di tutto per chiudere già a Viterbo il capitolo Coppa. “Quanto alla partita di domani, anche se è vero che la finale si articola sui 180 minuti, vogliamo già cominciare a Viterbo a costruire qualcosa d’importante, senza troppi calcoli, usando i nostri mezzi e le nostre qualità”.

Saranno oltre 100 i tifosi alessandrini al seguito della squadra. Molti raggiungeranno Viterbo in pullman ma sono previste anche molte macchine per questo importante appuntamento con la storia.

L.S.

Pubblicità