Pubblicità

Venerdì a Casale “Vita a impatto zero”

L’associazione “Libera – nomi e numeri contro le mafie” in collaborazione con Legambiente, la Confraternita degli Stolti, A.N.P.I., AFeVA, Scuole Insieme e il Comune di Casale Monferrato propone per venerdì, presso il Parco EterNot, un evento per sensibilizzare i ragazzi delle Scuole Secondarie di Primo e Secondo Grado all’eco-sostenibilità e ad una “vita a impatto zero”.

Perché Vita a Impatto (ambientale) Zero? Perché il nostro pianeta sta diventando sempre più caldo e ciò può condurre a drammatiche conseguenze se non si interviene per tempo. Lo devono fare gli Stati, ma anche ognuno di noi dando il proprio contributo per arrestare questa pericolosissima deriva.

Anche la nostra città, colpita negli anni passati da un immane disastro ambientale (l’Eternit, che ha disperso per decenni polvere d’amianto nel nostro ambiente causando migliaia di vittime tra operai e cittadini) può risollevarsi solamente adottando stili di vita orientati alla eco-sostenibilità e al rispetto dell’ambiente e delle persone.

Energica, la Società di vendita del gas metano del Monferrato, di proprietà di AMC Spa, sponsorizzerà l’evento “Vita a Impatto Zero” regalando 220 borracce in materiale plastico riciclabile, con certificato alimentare, ai ragazzi che si recheranno all’evento. Lo scopo di tale sponsorizzazione è di sensibilizzare i ragazzi e le loro famiglie all’utilizzo dell’acqua potabile della nostra città.

Durante la mattinata (che inizierà alla 8:30) verrà allestita una mostra curata da alcune classi delle Scuole Superiori di Primo Grado del territorio.

La Giornata si concluderà con “Muoviti diversamente”, ritrovo alle ore 15.30 al Teatro Municipale, e Skarrozzata per le vie del centro di Casale Monferrato.

I workshop verranno tenuti dai facilitatori sul prato del Parco EterNot, pertanto chiediamo, restando in linea con l’obiettivo della Giornata di avvicinare gli studenti al rispetto dell’ambiente, di far portare agli studenti stessi un telo o una qualsiasi copertura su cui si possano sedere.

Pubblicità