A Novi l’incontro con il giornalista Giovanni Fasanella

Venerdì 11 maggio, sono previsti due appuntamenti, promossi dal Comune di Novi Ligure, con il giornalista Giovanni Fasanella. 

Durante la mattinata, un primo incontro rivolto agli studenti inerente il rapimento e l’uccisione di Aldo Moro: alle ore 10.30 Giovanni Fasanella incontrerà infatti gli studenti delle scuole di Novi, al Museo dei Campionissimi; coordinerà l’incontro l’Assessora alla Cultura Cecilia Bergaglio.

Mentre nel pomeriggio, all’interno del Salone di Rappresentanza di Palazzo Pallavicini, via Giacometti 22, alle ore 17.30 verrà presentato il libro inchiesta “Il puzzle Moro. Da testimonianze e documenti inglesi e americani desecretati, la verità sull’assassinio del leader Dc di Giovanni Fasanella, edito da Chiarelettere, 2018. Insieme all’autore sarà presente anche Federico Fornaro, segretario della Commissione parlamentare d’inchiesta sul rapimento e la morte di Aldo Moro.

Giovanni Fasanella, giornalista, sceneggiatore e documentarista, da molti anni impegnato a ricostruire il contesto geopolitico della storia italiana, ha condotto una nuova e approfondita ricerca a Londra, scoprendo molti documenti inediti, che sono alla base del suo nuovo libro-inchiesta.

La vicenda Moro costituisce il caso internazionale per eccellenza, ancora da raccontare nei suoi risvolti più oscuri. Tra gli anni Sessanta e Settanta la politica estera morotea, soprattutto quella mediterranea, e il disgelo nella politica interna tra Dc e Pci, rappresentarono un pericolo gravissimo per gli equilibri mondiali. L’Italia andava fermata. A tutti i costi.

Sulla base di documenti desecretati a Londra e a Washington (e delle recenti acquisizioni dell’ultima commissione d’inchiesta parlamentare sul caso Moro), Giovanni Fasanella dimostra che una parte delle amministrazioni Usa, con gli inglesi e la complicità in fasi successive di Francia, Germania e Unione Sovietica con Cecoslovacchia e Bulgaria, avevano interessi convergenti a fermare Moro. Come confermano anche le testimonianze di ambasciatori e politici dell’epoca riportate in questo saggio.

L’autore riesce a saldare in un racconto avvincente testimonianze e documenti inediti, offrendoci per la prima volta la ricostruzione completa del contesto internazionale e delle complicità interne in cui maturò il delitto Moro. Solo così possiamo capire davvero le cause che stanno alla radice di molti episodi terroristici e individuare chi aveva interesse a destabilizzare la nostra democrazia.

Un imperdibile appuntamento per chi è interessato a fare luce su un periodo storico che trascina le sue ombre fino ai giorni nostri.