Iniziano i playoff e l’Alessandria vuole imporsi

Inizia la lotteria dei playoff. I Grigi, avendo vinto la Coppa, entreranno in gioco il 20 maggio ed avranno, poi, il 23 la prima partita al Moccagatta.

Due frasi dette dopo il match contro il Cuneo, però, in questi giorni stanno facendo riflettere e sperare tutti i tifosi. Una di Marcolini e una di Nicco. Abbiamo grande voglia di imporci contro chiunque – ha affermato Mister Marcolini sabato –, sempre nel rispetto di ogni avversario”. Ben più chiara quella di Nicco. “Siamo carichi. Vogliamo vincerle tutte. Con le vittorie ci siamo ritrovati. Ora cerchiamo di finire nel migliore dei modi la stagione e portiamo l’Alessandria in serie B”.

Ora, se l’anno scorso i giocatori non erano mentalmente in forma (perchè aver buttato via il campionato in quel modo non li ha lasciati liberi di giocare i playoff con serenità), quest’anno, invece, sono molto carichi mentalmente. Aver compiuto una rimonta in classifica enorme ed aver vinto la Coppa può aiutare molto per dare quella spinta in più per affrontare questo secondo campionato che si concluderà il 16 giugno a Pescara.

Passiamo alla situazione giocatori. Iniziamo dalla porta. Vannucchi da ieri si allena quindi sarà utilizzabile. Di lui conosciamo benissimo le caratteristiche. Si tratta di un giocatore che, quando è in campo, fa sempre la differenza. Non può giocare? Non ci sono problemi. C’è il giovane Pop, che anche se ha solo 20 anni ha già parato di tutto, compresi i rigori. Con loro due i Grigi sono in una botte di ferro. Passiamo alla difesa. Se il fato non è avverso non possono esserci problemi. Blanchard, addirittura, potrebbe dire la sua tranquillamente in Serie A. A Centrocampo dovrebbe tornare Cazzola, che era fuori dal campo da mesi per infortunio. Qualcuno ha notato la sua assenza? Con Gazzi, Gatto, Nicco i Grigi sono a posto. Poi c’è Sestu, che ultimamente potrebbe giocare anche bendato e farebbe bene comunque. In attacco, infine, c’è il giovane Kadi che ha fatto bene sempre ma, soprattutto, ci sono Gonzalez, Fischnaller e Marconi. Tutti e tre sono in doppia cifra. Da Gonzalez, se in forma, ci si aspetta qualsiasi cosa. Fischnaller, invece, mette sempre in difficoltà gli avversari grazie alla sua agilità. Marconi, infine, sta deliziando i tifosi con rovesciate e goal da grande professionista.

Insomma, se tutti continueranno a giocare come hanno fatto da quando Marcolini è sulla panchina dell’Alessandria potrebbe succedere quella cosa che in città tutti chiedono da ormai troppi anni.

L.S.