Pubblicità

Una strepitosa Junior asfalta Udine in gara 2

Asfaltato, si non è esagerato, perché questa Junior ha davvero asfaltato Udine. Numeri davvero strepitosi per Casale che si impone nettamente sugli ospiti in una partita che resterà indimenticabile. Perché vincere in questo modo, a più venti, una gara di play off contro una squadra di esperienza come quella friulana è davvero qualcosa che ha  riempito di gioia e orgoglio i ragazzi di coach Marco Ramondino, che a fine gara erano più esaltati che mai con il numeroso pubblico juniorino accorso in campo ad acclamare la squadra casalese.

Il primo quarto si apre in equilibrio, ma la Junior ha un passo diverso rispetto a lunedì, e lo fa notare dai primi punti conquistati grazie ad un tiro da tre che inaugura la serata. Certo, il primo quarto vede Casale sotto di due punti da Udine, ma solo nel primo time i padroni di casa sono sotto. Dal secondo quarto infatti la Junior aumenta l’intensità in difesa mentre in attacco ci pensano Severini e Tomassini a garantire il sorpasso rossoblu chiudendo in vantaggio di 4 punti, 36 a 32 e tutti a riposo.

Nella ripresa però è tutta un’altra storia. Casale comincia definitivamente ad attaccare. Un attacco quasi da battaglia, o meglio senza il quasi, perché ad un certo punto nel terzo quarto i rossoblu arrivano ad essere avanti di ben 22 punti, davvero un record per una partita di play off, contro un avversario sulla carta, e non solo, davvero importante.

A dare il colpo di grazia a Udine però ci pensa il rinato Luca Severini (23 punti in totale). Grazie a tre bombe da tre, il giocatore juniorino, permette l’inizio della cavalcata della sua squadra e a nulla servono le contro-giocate di Dykes, che non riesce più a mantenere a galla la barca targata Udine che nel terzo quarto comincia ad affondare. Un piccolo risveglio per i friulani si ha all’inizio del quarto quarto, ma non basta ai ragazzi di Lardo perché Casale è troppo avanti e quando i friulani cominciano ad accorciare le distanze ci pensano Sanders e Blizzard a chiudere i giochi, e anche bene. Finisce 81 a 61 in favore dei piemontesi.

“Complimenti, davvero complimenti ai ragazzi, non è facile ma aggressività e fisicità ci hanno permesso di portare a casa un grande risultato” commenta Marco Ramondino, soddisfatto della sua squadra e ovviamente non poteva essere altrimenti. “Ora bisogna elevare il nostro livello di gioco, ancora, per essere competitivi in trasferta” chiude il tecnico casalese, che guarda già al prossimo impegno. Sabato infatti la Junior è attesa a Udine per gara tre.                 Partita decisiva quella di sabato, perché Casale vincendo si garantirebbe il passaggio in semifinale.

Ma nulla è ancora chiuso e lo ribadisce in conferenza stampa al termine del match il tecnico friulano Lardo che vuole reagire subito dopo questa brutta trasferta casalese e cercherà in tutti i modi di rovinare la festa rossoblu.                  Lardo sgrida la sua squadra per le palle perse che, in partite come queste, sono decisive per indirizzare le gare e in questo caso a favore della Junior, a cui comunque fa i complimenti, soprattutto a Severini per le giocate e alla squadra casalese per l’energia che ha messo in campo, perché a parte gli sbagli della sua squadra, il tecnico friulano, prende atto della forte difesa e dell’ottimo gioco della Novipiù.

Casale, quindi, dopo la legittima festa deve subito riprendersi e guardare a sabato, perché è vero che è avanti di due gare, ma a Udine troverà una squadra pronta a fermarla per cercare di allungare la serie e non regalarle la qualificazione. Certo è che se si vedrà una partita come questa sarà davvero un bello spettacolo. O meglio ancora, una bella battaglia. Insomma, preparate le difese. Sabato ore 20:30, la terza parte. Il sogno continua.

Luca Mangini

 

 

 

Pubblicità