Che Junior, che cuore. 2-0 contro Bologna

E’ tutto vero. Chi lo avrebbe mai immaginato!? Sicuramente nessuno, ed è per questo che è ancora più bello. In un Palaferraris, come lunedì, tutto esaurito, va in scena gara 2 delle semifinali di play off. Casale dopo la straordinaria impresa nel finale in gara 1, cerca di ripetersi, mentre Bologna ovviamente deve riscattare il brutto inizio in questa nuova fondamentale serie.

Casale, a differenza di lunedì, comincia diversamente. Meno precisione e anche un po’ di sfortuna regalano le redini del gioco agli ospiti che infatti vanno subito a segno. La Fortitudo preme sull’acceleratore e chiude in vantaggio il primo quarto per 14-22. Poco valgono per i rossoblù le giocate di Sanders e Blizzard, che non riescono a recuperare. E’ nel secondo quarto che i padroni di casa vengono fuori. Casale cambia ritmo, ritrova la sua energia e trova il sorpasso, andando negli spogliatoi con un vantaggio di cinque punti. Il secondo quarto finisce 38-33.

E’ il terzo quarto però quello in cui la Junior esprime il miglior gioco. I rossoblù allungano con una serie di triple firmate Bellan, Valentini e Blizzard. L’americano si segnala come il migliore di questa sera per la formazione piemontese. 18 punti totalizzati per il numero undici, che regala alla fine la vittoria a Casale. Nel quarto quarto le cose infatti si complicano per Casale, con Bologna che accorcia pesantemente le distanze, ma è grazie all’americano naturalizzato italiano che la Novipiù trova la tripla decisiva che permette a Casale di vivere un’altra notte di gioia e di passione. Un’altra notte in cui si può continuare a sognare, prendendo atto però che è tutto vero. La piccola Junior Casale conduce infatti 2-0  sul tabellino contro i giganti di Bologna, non è ancora finita, ma la qualificazione è a portata di mano. Sabato alle ore 20:30 al PalaDozza del Capoluogo emiliano i ragazzi di coach Ramondino hanno il primo match point valido per prendersi la finale. Finale, quella parola che tanti casalesi per scaramanzia non vogliono ancora pronunciare, ma ora non si può far finta di nulla, perché è tutto vero, ed è tutto lì, a portata di mano.

Certamente il PalaDozza sarà un campo durissimo, ricco di storia e di carica per l’entusiasmo dei numerosissimi tifosi bolognesi, ed è per questo che il tecnico rossoblù Marco Ramondino, entusiasta per la vittoria, invita la sua squadra a riflettere per far capire a tutti una volta per tutte quello che vale questo gruppo. Bisogna certamente alzare la qualità e l’intensità, nonostante queste due partite siano state di un livello già altissimo e con un forte pressing come commenta a fine gara il coach casalese.

Secondo Ramondino bisogna preparare gara 3 confermando lo straordinario lavoro fatto fino ad ora e ripartendo dagli errori che ancora la squadra commette, anche sulla gestione del risultato, talvolta discontinua, come in certi momenti si è visto questa sera.

Bologna però non vuole finire così, e ci proverà in tutti i modi a fermare i piemontesi in casa nelle prossime due gare per tornare eventualmente a Casale, in una ipotetica gara 5, e giocarsela come una finale. Questi gli obiettivi vari, ma intanto il tabellino parla chiaro. Casale è avanti 2-0 e se è vero che sono le aquile che volano, questa volta sembra che a volare non sia Bologna, ma Casale. Sabato sarà proprio Casale che dovrà dimostrare a tutti di prendere il volo definitivo. Verso dove, lo si sa, ma non si dice. Per scaramanzia.

Luca Mangini

I DATI:

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO 82
CONSULTINVEST FORTITUDO BOLOGNA 79
(14-22, 38-33, 61-54, 82-79).
NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Ielmini ne, Denegri 1, Tomassini 12, Valentini 3, Blizzard 18, Martinoni 8, Severini 9, Cattapan 2, Bellan 5, Sanders 13, Lazzeri ne, Marcius 11. All.: Marco Ramondino.
CONSULTINVEST FORTITUDO BOLOGNA: Cinciarini 14, Mancinelli 11, Okereafor 12, Fultz, Murabito ne, Montanari ne, Chillo 5, Gandini 2, Amici 2, Rosselli 18, Pini 4, Italiano 11. All.: Gianmarco Pozzecco.
Arbitri: Federico Brindisi, Marco Vita, Giacomo Dori.