Vignale Monferrato, ritorna il festival dedicato alla danza

Andrà in scena dal 22 giugno al 21 luglio 2018 la IV edizione di Vignale Monferrato Festival, la kermesse organizzata da Piemonte dal Vivo, con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Piemonte e dei comuni di Vignale Monferrato, Moncalvo, Casale Monferrato. Su un palcoscenico a cielo aperto, decretato Patrimonio Unesco, si susseguiranno così cinque fine settimana dedicati alla danza in molte delle sue possibili declinazioni – dal contemporaneo al neoclassico, dal ballo popolare, di tradizione, all’internazionale – e al circo. Il tutto sotto l’occhio attento della nuova direzione di Matteo Negrin e con la collaborazione di “Torinodanza – Teatro Stabile di Torino”.

“Il nostro – spiegano gli organizzatori – sarà un Festival che vuole parlare alle persone e che per farlo parte da due domande: come si conciliano l’eredità di una manifestazione ultratrentennale, come Vignale Danza, patrimonio storico – culturale, tradizione e identità di un luogo con la nuova contemporaneità dell’arte coreutica e del circo? Come possono arte e turismo essere di efficace e reciproco sostegno? Al quarto anno di questa nuova veste la risposta che dà Piemonte dal Vivo, forte dell’esperienza maturata globalmente come promotore culturale su tutto il territorio Piemontese, è quella di tenere lo sguardo attento tanto al meglio della produzione internazionale quanto alla comunità a cui si riferisce”. I numeri confermano la bontà della strategia, registrando un + 60% di spettatori (e centinaia di pernottamenti annessi) dalla prima edizione del 2014 al 2017. “Partiremo dalle strade e dai quartieri – ha spiegato il direttore Negrin – per ricercare uno scambio armonico fra territorio e mondo, premessa indispensabile per attrarre anche chi di quel luogo non fa parte, turisti e spettatori extraregionali, che potranno così prendere parte ad un’esperienza autentica”.

Il programma della danza spazierà dalle proposte neoclassiche del primo fine settimana, che prevedono Tempesta, di Aterballetto con le musiche originali del frontman dei Negramaro Giuliano Sangiorgi e la coreografia di Giuseppe Spota (in prima regionale nella piazza del Popolo di Vignale Monferrato, il 22 e 23 giugno, subito dopo il debutto al Piccolo Teatro di Milano) e Carmen e Bolero, rispettivamente di Michele Merola e Emanuele Soavi (24 giugno, Piazza del Popolo, Vignale Monferrato), alla grande danza internazionale: il potentissimo SHOW, del provocatorio Hofesh Shechter qui con la compagnia dei giovani Shechter II (in prima regionale, il 6 luglio, in piazza del Popolo, a Vignale Monferrato), All ways, di Sharon Fridman (in debutto nazionale il 7 luglio, in piazza del Popolo, a Vignale Monferrato), Juliano Nunes, con Back Forward/Conductor Imagination (in prima regionale), Drew Jacoby, con Tué e con loro Laccio con Co/Scienze, l’8 luglio presso Orsolina28, a Moncalvo.
Il Vignale Monferrato Festival si chiuderà poi con una grande festa finale per onorare il ballo tradizionale: il 21 luglio nella Piazza del Popolo di Vignale Monferrato, saranno protagonisti i balli della tradizione occitana, elemento fondamentale d’aggregazione nella tradizione piemontese. Scenderanno in piazza il Duo Valla – Scurati e i Musicanti del Piccolo Borgo e con loro abitanti, turisti, spettatori, operatori e artisti ospiti del Festival per celebrare la danza come “disegno di una comunità”. Il concerto sarà preceduto, nel pomeriggio, da un stage di “danze tradizionali” gratuito e aperto a tutti.

“Questa edizione di Vignale Monferrato Festival – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Antonella Parigi – si ripresenta non soltanto come un’occasione di fruizione di spettacoli dal vivo, ma anche come un progetto di valorizzazione territoriale. Sarà infatti un festival del territorio, con un cartellone capace di abbinare a proposte artistiche di livello internazionale la scoperta di questa terra patrimonio dell’Unesco”.

E.C.