Nicolas Demario: “Sono un picchiatore, batterò Luciano Randazzo”

Il 13 luglio, ad Alessandria, il peso superleggero Luciano Randazzo (25 anni, 11 vittorie, 3 sconfitte e 3 pareggi) sfiderà l’argentino Nicolas Demario (24 anni, 8-2-2) sulla distanza delle 8 riprese. La manifestazione si svolgerà all’interno del campo dell’Aurora Calcio 1947 e sarà organizzata dalla Opi Since 82 di Salvatore Cherchi in collaborazione con il main sponsor Aurora Calcio 1947, che milita nel girone H del campionato di prima categoria. L’evento avrebbe dovuto svolgersi il 22 giugno, ma un lieve infortunio occorso a Randazzo ne ha causato lo spostamento.

Nato e residente a Ranchos, una cittadina a 110 km da Buenos Aires, il 26 dicembre 1993, professionista dal dicembre 2015, Nicolas Demario è ottimista riguardo all’esito del match: “Ho visto i combattimenti di Luciano Randazzo su You Tube e posso dire che non è un guerriero come me. Randazzo è un buon tecnico, ma il suo modo di attaccare non mi ha impressionato. Io sono un attaccante e mi piace la battaglia a viso aperto. Per questo incontro, mi sto preparando con il grande Juan Martin Coggi, che nel 1987, in Italia, vinse il titolo mondiale dei pesi superleggeri WBA mettendo ko al terzo round Patrizio Oliva. Vado alla palestra Latigo Boxe a Brandsen (una cittadina in provincia di Buenos Aires) per farmi consigliare da Coggi (che non potrà essere al mio angolo ad Alessandria). Inoltre, ho parlato con il mio amico Jeremias Nicolas Ponce che ha battuto Francesco Lomasto per ko tecnico al nono round a Napoli il 24 febbraio scorso e questo mi è stato utile perché Lomasto ha battuto ai punti Randazzo. Anche per questo, sono sicuro di battere Luciano Randazzo il 13 luglio.”

Nicolas Demario pratica la boxe da quando aveva 16 anni e la considera uno stile di vita: “Sono entrato in palestra dopo aver visto i film su Rocky Balboa. Nella mia famiglia non c’era nessun appassionato di boxe. Io mi sono entusiasmato fin dalla prima volta che l’ho vista. Da dilettante ho sostenuto 49 incontri ed ho fatto parte della nazionale argentina. In seguito, a Ranchos, ho aperto una palestra in cui si praticano il pugilato e l’aerobica. Quando non mi preparo per un combattimento sono comunque in palestra ad insegnare la boxe. Quindi, mi considero un professionista del pugilato a tutti gli effetti”.

Come suggerisce il cognome, Nicolas Demario è di origine italiana: “Il mio bisnonno era italiano. Venire in Italia è uno dei motivi per cui ho accettato questo combattimento.”

Il 13 luglio saliranno sul ring ad Alessandria anche i gemelli Samuel e Joshua Nmomah. I loro incontri saranno sulla distanza delle 6 riprese. Il peso medio Joshua (2-0) sfiderà Luca Capuano (3-1), mentre il peso superwelter Samuel (7-0) concederà la rivincita a Gabriele Gitto (2-5) cha ha superato ai punti lo scorso 28 aprile ad Oggiono. Luca Capuano è di Novi Ligure e risiede a Serravalle Scrivia, quindi avrà dalla sua parte il tifo del pubblicopiemontese.