Ad Alessandria, dal 5 all’8 luglio, quattro giorni di danza, musical e opera lirica con il Festival delle Celebrazioni

Si chiama Festival delle Celebrazioni la kermesse che la Città di Alessandria propone ai suoi cittadini dal 5 all’8 luglio 2018 e che fa parte di #Alessandria850: gli eventi atti a festeggiare gli 850 anni dalla fondazione della Città (1168-2018).

Il Festival, ideato da Vento di Eventi e dal portale web iodanzo.com (entrambe realtà leader nel settore della danza e del musical), è promosso dall’Amministrazione Comunale di Alessandria (Assessorato alle Manifestazioni ed Eventi, guidato dall’Assessore Cherima Fteita) ed è stato inserito dal Ministero dei Beni Culturali (MIBACT) nel Calendario dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018: onorificenza che è toccata a ben pochi eventi italiani e che rende ancora più importante questo evento.

Le quattro serate, che si svolgeranno (ad ingresso libero e gratuito) ad Alessandria in Piazza Giovanni XXIII (piazza Duomo) a partire dalle ore 21, commemoreranno — da qui il titolo ‘Festival delle Celebrazioni’ —altrettante personalità straordinarie e universalmente ammirate, che hanno fatto grande l’Italia nel mondo: si celebrerà dunque il centocinquantenario dalla morte di Gioachino Rossini (2018), il quinto centenario dalla morte di Leonardo da Vinci (2019), il centenario della nascita di Federico Fellini (2020) e il settimo centenario dalla morte di Dante Alighieri (2021).

Gli spettacoli portano con loro nomi risonanti e di grande caratura: la serata di giovedì 5 luglio aprirà il Festival l’opera balletto “Inferno della Compagnia ARISTON PRO BALLET di Sanremo, che gode del Patrocinio del MIBAC, dell’ILO di Ginevra (sezione dell’ONU contro il lavoro minorile) e del CID UNESCO in quanto dedicato a tutti i bambini del mondo, vittime di violenza fisica e psicologica, dello sfruttamento del lavoro minorile, della guerra, della povertà.

Seguirà, nella serata di venerdì 6 luglio la prima nazionale del musical ‘Da Vinci, genio senza tempo’ (produzione Vento di Eventi e Gypsy Musical Academy and Show Production) che vede la firma in Regia di Fulvio Crivello (regista di 50 opere teatrali e che ha ricevuto una nomination agli Italian Musical Awards per il musical Valjean, del quale è co-autore e regista) affiancato nella composizione da Paolo Barillari (impareggiabile performer di diversi musical quali We Will Rock You, Rapunzel il musical, La regina di Ghiaccio Turandot Il Musical e molti altri), il quale avrà anche il ruolo di Leonardo Da Vinci, e le Coreografie di Diana Cardillo (coreografa internazionale e già Principal presso le migliori Compagnie di Balletto Internazionali).

Sabato 7 luglio all’insegna dell’opera lirica con ‘La Cenerentola, ossia la Bontà in Trionfo’ di Gioachino Rossini la cui regia è affidata al celebre tenore e regista casalese Fabio Buonocore e le cui coreografie (per la prima volta presenti nell’Opera) portano la firma di Diana Cardillo. L’opera sarà accompagnata da un quartetto d’archi e da pianoforte e sarà presente un Coro. Sarà inoltre arricchita da inserti di balletto eseguiti dai componenti della Giovane Compagnia di Danza “Casale Dance Project” nata dal Piano Locale Giovani del 2010, che gode del Patrocinio del Governo Italiano e del Ministero della Gioventù.

La chiusura della kermesse sarà invece affidata, domenica 8 luglio, al musical ‘L’Indimenticabile Fellini’: una panoramica sulla vita e sui memorabili film di Federico Fellini con la regia di Neva Belli Sacchetti (regista, manager e coach di artisti di musical, Direttrice della Gypsy Musical Academy) e le coreografie di Cristina Fraternale Garavalli (performer di grandi musical tra cui “Profondo Rosso”, Regia di Calindri, “The Producers” con E. Iacchetti e G. Guidi regia di Saverio Marconi, e coreografa di “Gran varietà di Arturo Brachetti”), la quale vestirà anche i panni della protagonista. I testi sono a cura di Chiara Alivernini (una produzione Gypsy Musical Academy and Show Production).

Gli sponsor e i partner coinvolti nel progetto che rendono ancora più grande e importante la kermesse e consentono di dare grande risalto alla Città di Alessandria, oltre alla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, sono Gruppo AMAGYarolCSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale)-Comitato Provinciale di Alessandria — Trigloö. — Hotel Alli Due Buoi Rossi-Ristorante I Due Buoi — Unicar SpA–concessionaria Jaguar e Land Rover.

«La Città di Alessandria — dichiara Cherima Fteita, Assessore comunale alle Manifestazioni ed Eventi — ha il grande piacere di ospitare, all’inizio dell’estate, nel cuore sensibile del suo centro, nella suggestiva piazza dove sorge la cattedrale, il Festival delle Celebrazioni, la manifestazione volta ad esaltare per quattro sere, quattro geni italiani che hanno suggellato in tutto il mondo il talento infinito: da Gioachino Rossini nel centocinquantenario dalla morte proprio nel 2018, a Leonardo da Vinci nel quinto centenario dalla morte nel 2019, a Federico Fellini nel centenario della nascita nel 2020, fino a Dante Alighieri nel settimo centenario dalla morte nel 2021.  La kermesse ideata da organismi più che attestati nell’ambito della danza e del musical quali l’associazione Vento di Eventi e il portale web iodanzo.com, ha suscitato nell’Amministrazione Comunale, sin dalla sua prima proposta, non poco entusiasmo, nella convinzione di caratterizzare con tali importanti eventi celebrativi l’adesione piena ad un’idea universale di cultura che negli 850 anni dalla nascita della nostra città, si vuole portare accanto al pubblico tutto, attraverso spettacoli parlanti con il meraviglioso linguaggio delle arti. Kermesse come questa, tracciano una possibilità autentica e contemporanea per respirare l’eco di giganti del nostro passato culturale, offrendo agli astanti la bellezza di un messaggio intramontabile attraverso simboli di gratitudine, assimilazione e rilettura. Un intreccio artistico di intrigante e alto respiro, quello del Festival delle Celebrazioni, che desidera intercettare il richiamo più ampio possibile, porgendo a tutta la città gli auguri di un compleanno speciale, orgoglioso e riconoscente».