Azienda Ospedaliera: il 15 settembre Decennale della chirurgia robotica

Sabato 15 settembre, alle ore 10,30, nel Salone di Rappresentanza dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria saranno festeggiati i dieci anni di chirurgia robotica ad Alessandria, iniziativa nata per sottolineare l’importanza, la rilevanza, i vantaggi per il paziente, della chirurgia robotica effettuata nella nostra Azienda Ospedaliera.

Questa tecnica si caratterizza per una minor invasività che, a sua volta, assicura una maggiore precisione nella fase demolitiva e ricostruttiva, filtrando il tremore fisiologico del gesto chirurgico e consentendo inoltre di accedere ad aree anatomiche difficili, grazie ad un’eccellente visualizzazione dei dettagli anatomici.

L’utilizzo della chirurgia robotica consente numerosi vantaggi, tra cui la minima necessità di trasfusioni, il ridotto dolore post operatorio, così come i tempi di ospedalizzazione, un minore rischio di complicanze e maggior tempo di recupero, con la conseguente più rapida ripresa delle normali attività quotidiane, cui va aggiunto un miglior risultato estetico, grazie alle piccole incisioni chirurgiche.

Il programma prevede una tavola rotonda con la presenza di alcuni dei protagonisti che dieci anni fa diedero avvio a questa storia: il dottor Giuseppe Spinoglio, allora Direttore della Chirurgia Generale e oggi in forza all’Istituto Europeo di Oncologia, Division of Abdomino-Pelvic Surgery Director, Robotic surgery and training. Insieme a lui Pierangelo Taverna, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, che finanziò insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, il progetto del robot.

La tavola rotonda, che sarà moderata da Antonio Maconi, responsabile della Struttura Formazione, Promozione Scientifica dell’Azienda Ospedaliera, vedrà la presenza dell’attuale direttore di Chirurgia Generale Fabio Priora, per lo stato dell’arte della chirurgia robotica oggi, mentre il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria Giacomo Centini presenterà le prospettive future.

Armando Serao Direttore di Urologia, Raffaele Sorrentino Direttore di Otorinolaringoiatria, Alessio Pini Prato Direttore di Chirurgia Pediatrica, Nicola Strobelt e Stefano Prigione Direttore e Dirigente Medico di Ginecologia, Maurizio Mancuso Direttore di Chirurgia Toracica e coordinatore del registro della robotica aziendale, illustreranno ciascuno per il proprio settore l’attività svolta.

Il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera spiega: “Abbiamo scelto di celebrare questo compleanno perché ci sembra doveroso ricordare gli eventi importanti che hanno caratterizzato la storia del nostro ospedale, e questo lo è senza dubbio per la portata innovativa che ha avuto l’introduzione di questa nuova tecnologia nella nostra Azienda Ospedaliera. Poterlo fare con i protagonisti di allora e di oggi è un modo per testimoniare il coraggio e l’intuizione, il legame di questa Azienda con il territorio, ma anche l’evoluzione che il robot ha avuto in questi anni. Ci sono tante eccellenze in questo ospedale di cui poco si parla e che spesso vengono date per scontate. Ricordarle è utile per la città ed il territorio nonché un giusto riconoscimento verso gli operatori”

Alle 12.00 è prevista l’inaugurazione della mostra “Medicina 3.0: tra storia e innovazione” nel corridoio antistante il bar interno, sulla storia della chirurgia robotica e i suoi vantaggi, che rimarrà allestita e a disposizione fino al 28 settembre. Inoltre, sia sabato 15 che lunedì 17 sarà presente un simulatore, una console chirurgica che consentirà di mettersi nei panni dei chirurghi, per comprendere come si opera e cosa accade durante un intervento. Ogni simulazione dura circa dieci minuti e le prenotazioni possono essere effettuate scrivendo alla mail comunicazione@ospedale.al.it