Poker del Genoa al Moccagatta

Ultima amichevole precampionato per i Grigi di Mister D’Agostino che oggi sul campo del Moccagatta hanno affrontato il Genoa di Mister Ballardini approfittando della pausa della Serie A. Una partita che è stata una festa del calcio visto che le due tifoserie sono gemellate. L’ultimo incontro ufficiale tra le due squadre è stato nel 2015 in Coppa Italia. Quella volta vinsero i Grigi per 2-1 e per l’Alessandria si aprirono le porte dei quarti di finale della Tim Cup. Oggi, invece, si sono imposti i liguri per 4-0.

I Grigi hanno indossato la nuova divisa con la coccarda della Coppa Italia vinta lo scorso anno. Prima del fischio di inizio, spazio alla presentazione di tutta la rosa e dello staff tecnico. Inoltre, per testimoniare la vicinanza al Genoa e alla famiglia di Alessio Scatolini (sfollata dopo la tragedia del Ponte Morandi) i Grigi hanno indossato prima della partita una t-shirt raffigurante il ponte crollato.

Partita che inizia con un disastro di Prestia. Di testa, il giocatore grigio, al 2’ segna un clamoroso autogoal. Al 9’ salvataggio spettacolare sulla riga della porta da parte di Tentoni. Occasione enorme per i Grigi al 17’. Cross di Sartore per Maltese che la passa a De Luca. L’attaccante grigio, però, non arriva in tempo e sulla palla si butta Marchetti. Al 23’ Genoa nuovamente in rete con Picanco Medeiros su un calcio di punizione al limite dell’area. Al 26’ Lapadula tenta il goal del 3-0 ma Cucchietti dice no. Al 35’ splendido goal di Mazzitelli che porta i liguri sul 3-0. Pochi secondi dopo, Mister D’Agostino sostituisce Sbampato con Gjura. Al 41’ De Luca vicinissimo al goal ma nuovamente Marchetti nega la gioia del goal ai Grigi.

Il Genoa all’inizio del secondo tempo sostituisce Lazovic con Omeonga, Marchetti con Vodisek e Biraschi con Lakicevic. I Grigi, invece, sostituisce Cucchietti con Pop. Splendida azione di Maltese al 48’ che, lanciato verso la porta, va vicinissimo al goal. La palla, però, va leggermente sopra la traversa. Al 55’ Sartore sbaglia di pochissimo ricevendo gli applausi di tutta la Nord. Al 56’ Mister D’Agostino sostituisce Gazzi con Gatto e De Luca con Santini. Al 58’, però, arriva il quarto goal del Genoa con Pereira Lopes. Al 62’ Fissore, di testa, su un calcio di punizione tenta di segnare ma Vodisek dice no. Al 65’ Santini va alla conclusione ma Vodisek gli va in contro e gli toglie il pallone. Al 67’ il Genoa sostituisce Bessa con Kouamé Kouakou. Poco dopo Mister D’Agostino sostituisce Talamo con Rocco e Fissore con Badan. Al 78’ il Genoa sostituisce Rolon con Karic. L’Alessandria, invece, sostituisce Bellazzini con Usel. All’80’ l’arbitro assegna un fallo inesistente al Genoa quando era per i Grigi. Protestano Mister D’Agostino e il Team Manager Giordanengo. All’83’ i Grigi sostituiscono Sartore con Agostinone, Prestia con Zogkos e Tentoni con Cottarelli.

Una sconfitta meritata contro una squadra molto forte. Vanno, però, segnalati tre giocatori grigi: Sartore, Rocco e Santini, che si sono distinti con delle azioni molto valide e, certamente, meritavano il goal. Nonostante la sconfitta, però, i Grigi si recano sotto la Nord al termine della partita e vengono salutati dai tifosi con un grande applauso.

Alessandria: Cucchietti, De Luca, Maltese, Sartore, Sbampato, Fissore, Bellazzini, Gazzi (C), Talamo, Tentoni, Prestia. A disposizione: Pop, Agostinone, Zogkos, Santini, Gatto, Scatolini, Gjura, Usel, Badan, Cottarelli, Rocco.

Genoa: Marchetti, Gunter, Lopez, Lapadula, Biraschi, Mazzitelli, Rolon, Lazovic (C), Bessa, Pereira Lopes, Picanco Medeiros. A disposizione: Vodisek, Kouamé Kouakou, Omeonga, Karic.

L.S.

Di seguito il servizio fotografico © Daniele Lunassi per TeleAlessandria

« 1 di 4 »