ILVA, Muliere: “Salutiamo con favore questo accordo”

Dopo la recente intesa raggiunta al Ministero per lo Sviluppo Economico per il passaggio dell’Ilva s.p.a. ad Arcelor Mittal, si apre una settimana che vedrà protagonisti i lavoratori del gruppo siderurgico impegnati in diverse assemblee e nel referendum che dovrebbe sancire il via libera definitivo all’accordo.

Intanto il Sindaco di Novi Ligure, Rocchino Muliere, si dice soddisfatto degli ultimi sviluppi: «L’auspicio dell’Amministrazione e del Consiglio Comunale era che si arrivasse in fretta alla chiusura della trattativa con Arcelor Mittal. Ciò è accaduto, quindi salutiamo con favore questa soluzione, favorita anche dall’atteggiamento responsabile e coerente tenuto dalle Organizzazioni Sindacali che hanno da sempre sostenuto la necessità di coniugare la produzione dell’acciaio con il rispetto dell’ambiente e del territorio. Avevamo già giudicato positivo il piano di risanamento ambientale e la bonifica del sito di Taranto ed anche la conclusione raggiunta sui livelli occupazionali ci pare soddisfacente. Per il nostro Paese – sottolinea Muliere – sarebbe stata una sciagura uscire dalla produzione dell’acciaio. Ora l’Ilva deve tornare a produrre a pieno regime e mi auguro che i futuri investimenti possano fare aumentare la produzione secondo la potenzialità degli impianti, attualmente sottoutilizzati. Per quanto riguarda Novi – aggiunge il Sindaco – aspettiamo di conoscere con precisione gli investimenti previsti dal punto di vista industriale ed ambientale. Anche rispetto all’indotto, in particolare l’autotrasporto, dobbiamo capire bene quali saranno i tempi per regolare i pagamenti ancora in sospeso. Questo è un aspetto molto importante, da cui dipende la sopravvivenza stessa di diverse aziende. Infine – sottolinea con forza il sindaco Muliere – chiediamo che, alla luce degli ultimi sviluppi, il Ministro Di Maio convochi un nuovo tavolo con gli Enti Locali. Credo sia necessario affrontare al più presto una discussione e un approfondimento puntuale delle varie tematiche in base alle peculiarità di tutte le singole realtà che compongono il gruppo siderurgico».