Le Invasioni Musicali tornano nella “Città della Musica” con 15 postazioni in centro

Se la musica risuona nell’aria e le persone passeggiano e sorridono, se piccoli e grandi musicisti vi passano accanto stringendo i loro strumenti in cerca della loro postazione, se le vetrine dei negozi mandano messaggi di allegria e vitalità, non c’è alcun dubbio: vi trovate a Tortona, la “città della musica”, ed è il 23 settembre, il giorno delle Invasioni Musicali.

L’evento, fiore all’occhiello delle manifestazioni dedicate al sacerdote-compositore Lorenzo Perosi, giunge alla sua terza edizione che si preannuncia particolarmente fortunata.

Dalle prime iniziative organizzate nel 2016 nel solco del Protocollo d’Intesa firmato dal Comune e dalla Diocesi di Tortona, dalla Famiglia Orionina, dall’Associazione Pro Iulia Derthona e dalla Fondazione CR Tortona, fino alla nascita del Perosi Festival 2018, unico nel suo genere in Italia, la crescita culturale della città è stata tale da attirare su di sé importanti collaborazioni internazionali, ma soprattutto da saper coinvolgere e attivare l’intera comunità.

Non è stato solo il numero degli spettatori che hanno partecipato agli eventi primaverili a decretarne il successo, ma anche il grande impegno dimostrato dai commercianti, dalle realtà e dai singoli cittadini di Tortona nel promuovere la campagna “Tortona è viva!” che si è sviluppata nei mesi estivi. E’ in questo modo che la musica ha saputo mostrarci ancora una volta tutto il suo potenziale come elemento di aggregazione e coesione sociale.

Le Invasioni Musicali del prossimo 23 settembre chiudono la fase primaverile del Festival e la ricca stagione di eventi culturali che ha animato Tortona durante l’estate. Siamo certi che anche quest’anno le emozioni e l’entusiasmo di quella giornata supereranno le nostre aspettative, proprio perchè tutti in città hanno lavorato alla sua riuscita.

Il concerto a cielo aperto inizierà alle 17 per proseguire fino alle 23. Per l’occasione la piazza sarà chiusa al traffico e diventerà un giardino dove sostare ascoltando mille note nello splendido scenario del Duomo dalla facciata ottocentesca, dove nella navata di sinistra si trovano i sepolcri di Lorenzo e Carlo Perosi.

Circa 500 musicisti si alterneranno nelle 15 postazioni distribuite nelle vie del centro e in Largo Europa, con ben 10 pianoforti a disposizione. Sono questi i numeri della nuova edizione della manifestazione che negli anni ha visto la presenza di quasi 10.000 persone e che raccoglie l’interesse di musicisti, turisti e visitatori, anche attratti dalle prelibatezze enogastronomiche del nostro territorio.

Grazie alla collaborazione del Comitato dei Commercianti del Centro, infatti, sarà possibile gustare un’ottima cena all’aperto, negli spazi allestiti sotto i portici della via Emilia e in Piazza Malaspina.

La festa, però, comincia già nella giornata di sabato in una Piazza Duomo che, per l’occasione, indosserà un “abito” floreale sorprendente. Fin dalla mattina il pianoforte a coda sarà a disposizione di tutte e tutti coloro che vorranno liberamente suonarlo, riscaldando l’atmosfera in vista di domenica. In serata, inoltre, la scuola musicale tortonese “La Nota Blu” e il gruppo Danzarte daranno vita ad un evento di musica e danza, “Aspettando le Invasioni Musicali”. La danza, novità assoluta di questa edizione, sarà protagonista anche domenica grazie all’ASD Danzarte di Tortona e ad una scuola di tango “I Tangheri”.

La partecipazione alla giornata, nello spirito di tutto il Perosi Festival, è libera e gratuita. Anche per gli “invasori” dell’ultimo momento, dunque, ci sarà spazio e possibilità di esibirsi.