Cena di Gala “Stelle sotto le Stelle”

La passione per la cucina di classe in questi anni ha spinto l’alta ristorazione di  tutto il mondo verso la ricerca di prodotti e sapori innovativi ed a proporli attraverso eventi speciali.

Anche ad Alessandria sarà possibile partecipare a uno di questi eventi: la sera del 21 settembre infatti, alcuni grandi Chef proporranno un menù esclusivo presso il prestigioso Salone di Palazzo Monferrato (in via San Lorenzo) della Camera di Commercio di Alessandria.

L’evento si inserisce nell’ambito della stagione estiva comunale “L’Estate… delle Stelle” promossa dall’Amministrazione Comunale di Alessandria (Assessorato alle Manifestazioni ed Eventi, guidato dall’Assessore Cherima Fteita).

Le peculiarità di questa speciale “cena stellata” (con riferimento alle “stelle Michelin” attribuite agli chef coinvolti) sono state presentate nel corso della conferenza stampa odierna, alla presenza di Cherima Fteita, Assessore comunale alle Manifestazioni ed Eventi di Alessandria, di  Mauro Moro, Titolare del Ristorante “I Due Buoi”, di Jumpei Kuroda, Chef del Ristorante “I Due Buoi”, di Maurizio Alberti, Direttore Marketing del Ristorante “I Due Buoi” di Alessandria, di Cristina Girardengo, Coordinatrice percorso di indirizzo Sala-Bar CIOFS Alessandria (coinvolto operativamente nel progetto), di Riccardo Pizzorno, Conduttore di “Edicola Signorelli” e  partner del progetto, nonché di Sumireko Inui, Soprano lirico giapponese.

Saranno quattro Chef giapponesi — da anni affermatisi in Italia con la cucina del nostro Paese, peraltro esaltata dalla loro cultura ed esperienza — ad accompagnarci in questa avventura. Sarà presente Yoji Tokuyoshi, titolare dell’omonimo ristorante a Milano (Stella Michelin e inserito tra i migliori 100 ristoranti d’Europa dall’Opinionated About Dining) che per  ben nove anni è stato braccio destro e collaboratore di Massimo Bottura all’Osteria Francescana. Tokuyoshi propone una originalissima “cucina italiana contaminata” (questa è la sua definizione): un incontro di due culture che si combinano dando forma e sapore a qualcosa di nuovo, oltre la tradizione.

Padrone di casa e Chef del ristorante I Due Buoi di Alessandria (anch’esso Stella Michelin) é Jumpei Kuroda: la sua cucina è originale e ricca di sfumature tali da rendere ogni piatto un’esperienza unica. Uno dei cardini della sua filosofia è il rispetto della materia prima, delle sue origini e la ricerca di combinazioni sempre nuove ed equilibrate: un vero e proprio tributo alla tradizione, italiana e piemontese, che non viene mai tradita, ma sublimata nel gusto e nei profumi.

Fumiko Sakai sarà la presenza femminile della serata: trasferitasi dal Giappone ben 15 anni fa per conoscere a fondo la cucina tradizionale italiana, ha lavorato in diversi ristoranti stellati (Antica Corona Reale con Giampiero Vivalda e come sous-chef del grande Gennaro Esposito all’Osteria del Saracino – due stelle Michelin – con cui ha lavorato per otto anni). Oggi, nel suo Ristorante Bikini a Vico Equense propone la cucina napoletana reinterpretata con il suo estro e la sua creatività. I suoi piatti sono una rivisitazione che abbina i prodotti locali e le tecniche e le materie prime della sua terra natia, piatti in cui questa armonia produce risultati sorprendenti e unici anche dal punto di vista cromatico.

Infine, Yukihiko Matsuguma, Chef poliedrico, curioso e dalle molte vite ed esperienze, che lo hanno alla fine portato al Bye Bye Blues di Mondello contribuendo in maniera fondamentale, come sous-chef, alla conquista della Stella Michelin, unico ristorante di Palermo a potersi fregiare dell’ambito riconoscimento. Le sue specialità sono quelle della cucina di pesce, rivisitata con sapori vivaci e piatti leggeri, moderni e adatti al gusto attuale.

Tutti gli Chef saranno presenti in sala per spiegare i loro piatti e la filosofia a cui si sono ispirati per prepararli. Ad ogni portata saranno abbinati vini appositamente selezionati da Devis Castello, sommellier de I Due Buoi di Alessandria.

Solo 100 Ospiti però potranno — con prenotazione obbligatoria — godere della serata al prezzo di 80,00 euro a persona, vini compresi e, poche ore dopo l’apertura delle prenotazioni, già si registrava un interesse tale da portare in breve al sold-out.

L’organizzazione è curata dal Ristorante I Due Buoi di Alessandria e da Edicola Signorelli, editore di un programma televisivo quotidiano in diretta streaming, e per la serata è stata prevista anche la raccolta di offerte libere a beneficio dell’Associazione Fulvio Minetti onlus che opera all’interno dell’Hospice “Il Gelso” (struttura dell’ASL AL) e che, dal 1993, promuove iniziative e attività funzionali al raggiungimento degli obiettivi propri delle Cure Palliative (www.fulviominetti.it).

Tra i principali sponsor dell’evento Kimonocasa Kartell e Studio AP-Andrea Preti-Consulenza finanziaria e patrimoniale Sanpaolo Invest di Alessandria e, per facilitare il raggiungimento della sede della Cena di Gala, è stato previsto anche un servizio-taxi in convenzione: basta telefonare al n. 0131 201900 e citare la parola di riconoscimento “Cena Stelle sotto le stelle”.

In particolare, il coinvolgimento di Edicola Signorelli ha consentito di prevedere — quale elemento di raffinato intrattenimento durante la cena — l’intervento del gruppo musicale Selena’s Swing Society che proporrà un affascinante “viaggio (musicale) nel tempo” dalle oldies più classiche che hanno segnato la storia della musica italiana sino alle hit moderne rivisitate in chiave vintage.

Cantante e leader del gruppo la monferrina Selena Bricco che, dopo i passaggi televisivi a “The Voice” e “Take Me Out” è un inarrestabile vulcano di idee e, per l’evento, sarà accompagnata da tre musicisti giovanissimi e super talentuosi: Riccardo Marchese (batteria), Alex Romagnoli (chitarra), Leonardo Barbierato (basso).

Parimenti — a testimonianza del fatto che il criterio della “contaminazione culturale” è sempre vincente e può essere declinato in molteplici forme — alla dimensione dell’alta cucina si affiancherà quella musicale interpretata (o, meglio “incarnata”) direttamente dal Soprano lirico giapponese Sumireko Inui. Questa giovane artista, si è infatti diplomata in Canto Lirico all’Università delle Arti di Tokyo e ha deciso di perfezionarsi proprio ad Alessandria, seguendo il corso accademico di II livello (Laurea magistrale) presso il Conservatorio Statale di Musica “Antonio Vivaldi”.

Sumireko Inui — che, tra l’altro, ha al proprio attivo in Italia il ruolo della protagonista “Mariuccia” nell’opera lirica “I Due Timidi” di Nino Rota presentata nell’edizione 2018 del Festival Internazionale “Scatola Sonora” prodotto dal Conservatorio A. Vivaldi — proporrà durante la cena due Arie, quale ulteriore tassello di “interazione artistica” tra la cultura giapponese e quella italiana. La prima è la celeberrima Aria (su testo di Gottardo Aldighieri) “Il Bacio” di Luigi Arditi (1822-1903), violinista, compositore e direttore d’orchestra italiano, attivo internazionalmente nella seconda metà dell’Ottocento con lunghi soggiorni soprattutto negli Stati Uniti e in Inghilterra.

La seconda Aria è intitolata “Aki” (ossia “Autunno”, nella lingua giapponese): un brano — che verrà proposto in prima assoluta per l’occasione — composto dall’alessandrino Guido Astori, sulle suggestioni poetiche del poeta giapponese Kusano Shinpei (1903-1988) e che, nel linguaggio musicale adottato nella composizione, utilizza la modalità pentatonale (tipica della musica giapponese) quale “omaggio” che un occidentale rivolge alla millenaria cultura nipponica.