Una serata a ricordo di Virginia Marini

A cento anni dalla morte, Zonta Club Alessandria e Amici del Vinci ricordano Virginia Marini, una primadonna alessandrina, un’attrice così famosa ai suoi tempi da essere accostata a protagoniste delle scene teatrali come Eleonora Duse e Sarah Bernhardt. La serata si svolgerà nell’Aula Magna dell’Istituto Leonardo da Vinci e relatori d’eccezione saranno Franco Ferrari, autore di un libro sulla straordinaria vita dell’attrice  “Virginia Marini, una primadonna alessandrina tra la Ristori e la Duse  e Roberto Livraghi uno dei maggiori conoscitori della storia della nostra città e delle sue eccellenze. Gli interventi dei due relatori saranno intervallati dalle letture di Fulvia Maldini. 

Virginia Marini nacque ad Alessandria nel 1844 in quella casa di via Bergamo su cui fu posta una targa nel trentennale dalla morte.  Fin da piccola ebbe una grande passione per il teatro e divenne ben presto famosa trasferendosi a Roma e facendo parte delle compagnie teatrali più prestigiose.  Anche Gabriele D’Annunzio la volle interprete di una sua opera, dichiarandosi “lieto e fiero di una sua risposta affermativa. Morì nel 1918 dopo essere stata anche Direttrice di scuola di recitazione e fondatrice di un teatro. Dunque un centenario da ricordare, ma non l’unico in questo anno 2018/2019. Innanzi tutto va evidenziato il prossimo centenario di fondazione di Zonta International, di cui gli Amici del Vinci sono onorati di essere partner in questa e altre iniziative importanti.   Nel 1919 a Buffalo – Stati Uniti – nasceva il primo Club Service femminile ad opera di Marian de Forest, che al fine della prima guerra mondiale intese dare evidenza al Lavoro alle Donne che avevano permesso alle fabbriche di rimanere attive, all’economia di non fermarsi  mentre gli uomini erano impegnati in guerra. Si deve alla giornalista Marian de Forest l’universale conoscenza del capolavoro “Piccole Donne”, portato in scena per la prima volta nel teatro di cui era la mecenate. Martedì 16 ottobre celebreremo insieme il passaggio di testimone tra due prime donne nel primo momento voluto da Zonta Club Alessandria per avviare le proprie celebrazioni.

A metà novembre sarà ricordata la fine della guerra mondiale (altro centenario) con una serata ricca di spunti storici. Infine nel 2019 largo spazio agli eventi dedicati ai 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e non vi è miglior sede dello storico Istituto a lui dedicato.

L’Associazione Amici del Vinci è già al lavoro per un programma di serate che toccherà i diversi aspetti nel campodelle arti e delle scienze di uno dei più grandi geni dell’umanità.