A Torino il primo Forum regionale delle donne africane

Si terrà il 25 ottobre, a Torino, Africane/italiane – Forum regionale delle donne africane in Piemonte impegnato ad approfondire le tematiche sulla condizione della donna in Africa e le problematiche legate all’immigrazione e all’integrazione, a partire dal Piemonte. In questo primo incontro, il Forum mira alla creazione di un coordinamento di associazioni femminili africane presenti in Italia, che si impegni a dare voce alla realtà delle donne africane, residenti ormai da tempo in Piemonte e in Italia, e ad elaborare attraverso lo studio, il lavoro e la rete dell’associazionismo, proposte utili a migliorare l’integrazione e a individuare nuovi percorsi di partecipazione e di cittadinanza attiva.

Il Forum è proposto grazie al sostegno della Regione Piemonte e del Gruppo Abele, nell’ambito del FAMI MULTIAZIONE – Progetto InterAzioni in Piemonte Azione 4 AssociAzione e dalla collaborazione tra rappresentanti di associazioni femminili africane, dell’associazione Donne per la difesa della Società civile, del Centro Piemontese di Studi Africani, del Centro Interculturale di Torino.

“Il ruolo delle donne nel processo di inclusione dei migranti è da sempre fondamentale – afferma Monica Cerutti, Assessora Regionale all’immigrazione e alle Pari Opportunità – Noi crediamo con forza nell’importanza del loro coinvolgimento, della presa di coscienza di questo ruolo, e soprattutto di un loro protagonismo, talvolta inedito o comunque non sufficientemente noto. Molte di loro sono impegnate nel sociale, sono imprenditrici. Si danno da fare per promuovere le rispettive culture. Le donne dell’Africa subsahriana, ad esempio, stanno facendo un gran lavoro, offrendo servizi a chi può vivere la doppia discriminazione di essere donna e nera, e facendo conoscere la loro cultura anche tramite il cibo”.

Tre i temi che saranno trattati con interventi mirati, in mattinata, sul ruolo della donna in Africa, su immigrazione/Integrazione e associazionismo.

Alcuni dati

A differenza del totale dei cittadini stranieri residenti in Italia, in cui la percentuale di presenze femminili supera quella maschile, per quanto riguarda le provenienze dal Continente Africano la percentuale delle donne continua ad essere inferiore a quella degli uomini.

“Una migrazione storicamente “maschile” quella africana – spiega Lucia Bianco, Gruppo Abele –  in cui la maggioranza delle donne, soprattutto quelle provenienti dai paesi nord africani, è arrivata per ricongiungimento familiare. La realtà è in rapido cambiamento, per questo l’esigenza di un maggior protagonismo delle donne africane, che nella quotidianità sono le principali artefici dei percorsi di inclusione sociale nei territori, è particolarmente sentito dalle donne africane che fanno già parte di reti, molto spesso informali ma particolarmente attive”. In Piemonte sono 102.577 gli immigrati di provenienza africana, il 21,3% dei cittadini stranieri presenti nell’intera regione. I Paesi da cui si registrano le maggiori provenienze sono: Marocco, Nigeria, Egitto, Senegal, Tunisia. Le donne africane in Piemonte sono 43.698, il 42,6% dei cittadini stranieri provenienti dall’Africa; percentuale confermata anche per Torino Città Metropolitana dove le donne africane sono 20.981, il 42,6% dei provenienti dall’Africa e per la città di Torino dove con 15.090 presenze sono il  43,3% dei provenienti dall’Africa.