L’Arredo Frigo Makhymo batte il Volley Parella Torino

VOLLEY PARELLA TORINO – ARREDO FRIGO MAKHYMO ACQUI TERME 1-3 (19/25, 25/17, 23/25, 23/25)

VOLLEY PARELLA TORINO: Batte 7, Dall’Ara 1, Cane 5, Tourè 5, Olivero 10, Meniconi 16, Colamartino (L), Carrè 4, Fano C, Maiolo 12, Fano S 2, Destefanis 1, Gouchon (L). N.e.: Grassi. All. Di Martino

ARREDO FRIGO MAKHYMO: Mirabelli A 12, Mirabelli F 13, Cattozzo 4, Cicogna 21, Rivetti 4, Martini 15, Ferrara (L), Pricop 1, Sergiampietri 1, Oddone. N.e.: Sassi. All. Marenco

L’Arredo Frigo Makhymo, guidata dai 21 punti della ex Cicogna, si porta a casa la sua prima vittoria stagionale, vincendo in quattro set in casa del Volley Parella. Dopo un doppio e risposta, le acquesi allungano sino al 6-2 guidate da Cattozzo in battuta. Le torinesi cercano l’inseguimento, ma l’Arredo Frigo Makhymo riesce a tenersi in avanti guidate dai punti di Cicogna, Martini e F.Mirabelli che con un muro sigla il set point del primo parziale che si conclude 25/19. Nel secondo parziale le locali risultano più agguerrite portandosi subito in avanti. Dopo essersi mantenute a distanza ravvicinata fino ai 10, Martini e compagne vanno in crisi, sbagliando tantissimo e lasciando la strada spianata alle avversarie che senza troppa fatica impongono il loro gioco e chiudendo 25/17. Nel terzo parziale la situazione sembra essere la stessa nelle battute iniziali, poi la contesa si fa combattuta ed agguerrita con le termali che inseguono mantenendosi a distanza molto ravvicinata, pareggiando ai 18. Nuovo allungo delle torinesi e nuovo pareggio acquese ai 22 che con due punti di Francesca Mirabelli ribaltano la situazione, e, dopo il 23 delle torinesi, la ex Cicogna mette fine al set. Grande partenza nel quarto parziale per le termali che si portano sul 9-2, anche per merito di alcuni errori delle avversarie che, però, si riprendono accorciando sino ai 6. Il Volley Parella insegue, accorciando man mano lo svantaggio sino a pareggiare ai 16, passando poi in avanti. Il match prosegue con un continuo punto a punto con vantaggi a parti inverse sino ai 23, dopodiché un muro di Francesca Mirabelli e una schiacciata di Cicogna mettono fine ai giochi. Finalmente portiamo a casa punti. “Sono contento del risultato. – commenta coach Marenco – Sono contento di come abbiamo giocato nel primo set dove abbiamo espresso quello che è il nostro gioco.  Loro sono venute fuori, noi ci siamo un po’ sedute nel secondo set. La partita poi si è resa complicata, ma noi l’abbiamo sbrogliata bene e abbiamo sempre vinto  nei momenti difficili. Ovviamente non ha funzionato tutto, ma è un risultato che soddisfa. Ottima prestazione di Cicogna che ha sentito la partita e ha saputo trasformare la tensione in rabbia agonistica”