Denunciato un cittadino marocchino per furto aggravato

I Carabinieri della Stazione di Rivalta Bormida, unitamente al personale della Polizia locale di Acqui Terme, hanno deferito in stato di libertà con l’accusa di furto aggravato, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale R.A., 34enne marocchino residente in Acqui Terme, già noto alle forze di polizia.

I Carabinieri erano intervenuti su richiesta della commessa di un tabaccaio acquese che lamentava un furto avvenuto all’interno del proprio negozio. Il 34enne era infatti entrato e aveva asportato una bottiglietta di liquore e una lattina di una bevanda prima di allontanarsi. Accortasi del furto, la commessa contestava all’uomo, che nel frattempo era rientrato, quanto commesso, ricevendo per tutta risposta una serie di improperi e minacce.
I Carabinieri e il personale della Polizia Locale giungevano quando il marocchino si era già allontanato dal negozio ma riuscivano immediatamente a rintracciarlo nelle vie circostanti.

Il nordafricano, in visibile stato di ebbrezza alcolica, si opponeva agli operanti, non volendo essere condotto in caserma per gli accertamenti del caso.

Un volta condotto presso il Comando Compagnia di Acqui Terme e verificate le dichiarazioni della donna, suffragate dalle immagini dell’impianto di videosorveglianza interno al negozio, per il 34enne è scattato il deferimento in stato di libertà.