Giornata contro l’Aids: diminuiscono i casi di HIV in Piemonte

Si avvicina il 1 dicembre, data scelta per la Giornata Mondiale contro l’Aids, e le statistiche in Piemonte lasciano ben sperare sui progressi contro l’infezione da HIV.

“La prevenzione primaria e la diagnosi precoce – spiegano dall’Assessorato regionale alla Sanità – consentono di intervenire in modo efficace contro l’infezione da HIV, che in regione è in significativa riduzione (255 casi nel 2017), una tendenza che ormai è in atto da un decennio”.

25 – 34 anni, resta la fascia di età più colpita

A ridursi, rispetto all’anno precedente, sarebbe anche l’incidenza tra i giovani (25 -34 anni) pur restando questa fascia di età quella con il valore più elevato, pari a 15,6 casi ogni 100.000 abitanti.

I giovani di meno di 25 anni di età con nuova diagnosi di HIV nel 2017 sarebbero stati 34, di cui 23 stranieri. E la componente maschile tra i casi di nuova diagnosi di HIV sarebbe nettamente prevalente (78%).

“Le nuove diagnosi di HIV negli stranieri (86 casi nel 2017) si concentrano in giovani che provengono da paesi ad alta diffusione del virus – spiegano ancora dall’Assessorato -. Ma nell’ultimo decennio il trend in riduzione si è registrato sia tra gli italiani sia tra gli stranieri”.

La causa: rapporti non protetti

I rapporti sessuali non protetti si confermano la principale modalità di diffusione dell’infezione da HIV anche nel 2017.

Cresce la quota (39%) di diagnosi avvenute in stadio avanzato di infezione da HIV e si riduce la frequenza di persone che hanno effettuato in tesi HIV negli ultimi due anni.

“Sebbene la riduzione delle nuove diagnosi di HIV che si osserva ormai da anni nella nostra regione si confermi un dato positivo importante – mettono in guardia però gli specialisti -, la velocità con cui cala l’incidenza e soprattutto l’elevata quota costante di persone che arrivano tardi alla diagnosi impongono di consolidare e potenziare ulteriormente l’impegno nella lotta all’HIV”.

In questi giorni, in Piemonte, organizzate dalle Asl e dalle associazioni attive sul territorio, sono previste numerose iniziative di sensibilizzazione della popolazione, in particolare giovanile.

EC