Un bracciale contro la violenza

Secondo un’antica leggenda dell’America Latina, le nonne avevano l’usanza di regalare a figlie e nipoti un ditale in argento, per proteggerle da ogni sorta di pericolo.

Nasce da qui e dall’incontro casuale e fortunato di una volontaria me.dea, Rosella Debernardis, con Stefania Gagliardone, fondatrice del marchio di gioielleria casalese “keepoutbracelets”, l’idea di dare vita a un gioiello contro la violenza sulle donne.

L’azienda Keep Out e l’associazione me.dea lo presentano oggi, al termine di giorni carichi di significato, essendo da poco passata la ricorrenza del 25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza di genere.

La violenza però, sfortunatamente, non passa, e anzi sono in crescita le richieste di aiuto sul territorio alessandrino, oltre 200 nel solo anno in corso.

Per dare un messaggio di speranza alle donne e sostenere attivamente i Centri Antiviolenza me.dea, di Alessandria e Casale, grazie all’enorme disponibilità di Keep Out, saranno messi in vendita dei bracciali con il ditale, divenuto il simbolo dei gioielli dell’azienda, appositamente adattati in uno stile giovane e colorato. I bracciali saranno a disposizione in due tonalità, il rosa e il viola, colori simbolo di me.dea e saranno distribuiti con apposito materiale informativo al fine di spiegare a chi li acquisterà la natura del progetto e la valenza sociale dello stesso.

“Con generosità, creatività e grande professionalità Keep Out ha realizzato una linea unica di bracciali che da quest’oggi trovate in vendita in numerosi negozi casalesi e nelle prossime settimane anche ad Alessandria – dichiara Sarah Sclauzero, presidente me.dea. Ringraziamo di cuore l’azienda per aver aderito con entusiasmo e a titolo completamente gratuito al progetto e i negozianti che stanno dimostrando interesse e ci auguriamo che i bracciali piacciano e diventino virali”.

“Ci siamo immaginate un messaggio di forza e speranza portato al polso, un messaggio positivo indossato ogni giorno da donne e uomini indifferentemente – aggiunge Rosella Debernardis, volontaria me.dea – e abbiamo trovato in Stefania e nel suo staff le persone giuste per realizzare questo sogno. Ne siamo grate”.

Il costo del bracciale è di 9,99 euro e il ricavato delle vendite sarà interamente devoluto a me.dea.

“Quando ho incontrato la prima volta Sarah e Rosella – commenta Stefania Gagliardone, fondatrice Keep Out – mi sono resa conto che della violenza sulle donne non ne sapevo abbastanza, e che purtroppo era un argomento molto diffuso anche nella nostra piccola città. Credo che sia dovere di ognuno per quello che può, aiutare e sostenere cause di tale valore, per non dover mai trovarsi a pensare: ‘lo sapevo e non ho fatto nulla’. Medea e Keep out sembrano nati per stare insieme: un marchio di donne fatto per proteggere le donne. Noi ci siamo, fiere nel nostro piccolo di far parte di questa grande esperienza”.