Luglio 15, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

8 Grandmaster si qualificano per le finali olimpiche di eSports a Singapore

8 Grandmaster si qualificano per le finali olimpiche di eSports a Singapore

Otto giocatori si sono qualificati per le finali della serie Esports delle Olimpiadi del 2023 dopo aver ottenuto tre vittorie nelle qualificazioni di giovedì e venerdì: i GM Shant Sargsyan, Samvel Ter-Sahakyan, Oleksandr Bortnyk, Alexey Sarana, Bassem Amin, Maksim Chigaev, Ngoc Truong Son Nguyen e Alexander Rachmonov.

La più grande rimonta di qualsiasi turno è stata quella di Ter-Sahakyan, che ha vinto tre partite consecutive di guardia contro il Sarana nella partita del primo turno. Solo due giocatori, l’armeno Ter-Sahakyan e Sargsyan, hanno vinto tre turni di fila senza perdere una partita.

Il 17enne IM Emin Ohanyan era a una partita dalla vittoria per andare avanti, ma ha ceduto a Chigev nel round finale. Pertanto, tutti gli otto vincitori delle qualificazioni sono stati grandi maestri.

Le finali OES si terranno a Singapore a partire dalle 23 giugno (da annunciare in seguito).

Guarda cosa è successo

Puoi fare clic qui per trovare tutti i dettagli di ciò che è accaduto durante l’evento, inclusi giochi, risultati, classifiche e altro, come parte della nostra piattaforma di eventi dal vivo.

Decine di migliaia di giocatori sono stati ridotti a 16 giocatori nella penultima fase della serie olimpica di eSport. I 14 qualificati di Trials si sono uniti a due giocatori invitati (Emin e GM Jose Martinez) per lottare nelle manche per otto posti nelle finali.

Questa fase prevedeva il torneo “Elimination Swiss”, lo stesso formato utilizzato nella Pro Chess League 2023. Ogni incontro è una partita di quattro partite, con il seme più alto bianco che gioca per primo e i colori si alternano tra i giochi. I giocatori che perdono tre partite vengono eliminati.

I primi due round si sono svolti il ​​primo giorno, mentre gli ultimi tre round si sono conclusi il secondo giorno.

READ  Naughty Dog cancella il suo gioco multiplayer The Last of Us

Bortnyk è stato il primo a vincere la partita, e lo ha fatto con stile. Le mosse naturali seguono nella sequenza di scacco matto a partire da 34. Cg5+, ma la tranquilla mossa finale del re (anche se un pezzo sotto) è tanto elegante quanto semplice.

La capolista ucraina vincerà le prime due partite e chiuderà la prima giornata a punteggio pieno. Poi ha vinto di nuovo il secondo giorno per qualificarsi comodamente per le finali.

Anche nel primo turno, la rimonta più emozionante e miracolosa è stata quella di Ter-Sahakyan contro il Sarana. Dopo aver perso le prime due partite della partita, aveva bisogno di vincerne due su chiamata solo per costringere Armageddon al pareggio.

Riesce a farlo. Con i pezzi neri, ha iniziato con una vittoria dopo essere passato a un finale di re e pedone: solo una battuta era la differenza tra una vittoria e un pareggio.

Ha vinto la partita successiva con i bianchi e poi è riuscito a vincere Armageddon con i bianchi per assicurarsi la partita. Tre vittorie su richiesta – In questo formato non poteva esserci rimonta migliore.

Alla fine, i giocatori hanno finito per qualificarsi in modo convincente per le finali. Ter-Sahakyan ha vinto 3 partite senza perdere, mentre Sarana non avrebbe perso un’altra partita dopo questa.

La strada verso la gloria di Sarana ha avuto successo, ma non è arrivata senza intoppi. Il più grande errore del torneo si è verificato nella sua partita contro Chigayev nella seconda giornata. Dopo che Chigaev ha catturato la sua torre in una mossa, Sarana ha seguito floppando la sua regina nella mossa successiva: anche in un blitz, errori di questa portata sono molto rari tra i grandi.

Ma ha riparato la nave. Sarana è riuscita a vincere la partita successiva e ad assicurarsi il match nonostante un creativo (ma non improprio) sacrificio di regina di Chigev.

READ  Il nuovo iPhone 15 Exclusive conferma la straordinaria decisione di design di Apple

Con questa vittoria, Sarana avanza in finale. Nonostante abbia perso in questa partita, Chiguev è passato alla finale sconfiggendo M. Jahly Sokolovsky.

Probabilmente la partita finale più emozionante del torneo si è verificata a Sokolowski contro Sargsyan al secondo turno. Spesso non si può raggiungere un traguardo importante dopo aver floppato una regina.

L’IM israeliano è riuscito a tenere il forte Barkha contro Malaka, anche se oggettivamente non avrebbe dovuto agire. Il GM Ian Nepomniachtchi ci ha mostrato come vincere il campionato dei candidati FIDE 2020-21 contro il direttore generale Anish Giri. Hanno avuto lo stesso finale di partita (analizzato qui dal GM Dejan Bojkov) ma si sono spostati di una fila a sinistra.

Ho anche incluso un secondo modo per vincere usando la triangolazione e lo zugzwang.

Nonostante la vittoria mancata qui, Sargsyan ha continuato a mettere a segno un perfetto 3-0 in entrambe le giornate, un’impresa compiuta solo dal collega armeno Ter-Sahakyan.

L’unica partita che è andata al tie-break ad Armageddon è stata Rachmanov contro il Santos. Quattro partite decisive (ciascuna vinta da White) hanno portato a un punteggio pari, e Rakhmonov ha avuto un altro punto con White che ha vinto la partita ad Armageddon.

Tuttavia, la sua vittoria più netta è arrivata nella seconda partita, quando il metodico accumulo di poteri si è rapidamente trasformato in un micidiale attacco tattico. Il direttore generale Rafael Letão analizza di seguito la nostra utile partita della giornata.

Il GM Alexander Shimanov è stato senza dubbio l’evento più triste. Ha segnato 2-0 il primo giorno e aveva bisogno di una vittoria il secondo giorno per andare avanti. Non doveva esserlo e ha perso tutte e tre le partite. appena Non è mai abbastanza negli scacchi.

READ  2024 Mercedes-AMG GT Coupé: eccola


clic Qui Per saperne di più sull’evento di scacchi dell’International Olympic Esports Series 2023, assicurati di iscriverti alla newsletter del CIO per restare aggiornato su tutte le azioni dell’Olympic Esports Series 2023!

© 2023 Comitato Olimpico Internazionale / Comitato Olimpico Internazionale – Tutti i diritti riservati. L’Olympic Electronic Sports Series è di proprietà del CIO e non può essere copiato, ripubblicato, memorizzato in un sistema di recupero, riprodotto o trasmesso, in tutto o in parte, in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, senza il previo consenso scritto di il CIO. Copia non autorizzata, adattamento, noleggio, prestito, distribuzione, estrazione, rivendita, gioco, addebito per l’uso, trasmissione, esecuzione pubblica, Internet, cavo o qualsiasi trasmissione di comunicazione, o accesso o utilizzo di questo prodotto o di qualsiasi marchio o opera Forme vietate dal copyright parte di questo prodotto.


Copertura precedente: