Febbraio 2, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Aerei sostenibili della NASA, Boeing potrebbe volare nel 2030

(CNN) – Una tecnologia di aviazione commerciale più verde potrebbe essere all’orizzonte.

La NASA e Boeing lavoreranno insieme al Sustainable Aviation Project per costruire, testare e far volare un aereo a corridoio singolo per ridurre le emissioni in questo decennio, secondo un annuncio dell’agenzia mercoledì.

L’amministratore della NASA Bill Nelson ha detto in una dichiarazione.

“Il nostro obiettivo è che la partnership della NASA con Boeing per produrre e testare un dimostratore su larga scala contribuirà a portare a futuri aerei commerciali più efficienti in termini di consumo di carburante, con vantaggi per l’ambiente, l’industria dell’aviazione commerciale e i passeggeri di tutto il mondo. Con successo , potremmo vedere queste tecnologie nell’aereo che prende. “Il pubblico è in paradiso negli anni ’30”.

Lauren Obink Calderwood del World Economic Forum parla della coalizione Clean Skies for Tomorrow, che si è impegnata a sostituire il 10% della fornitura globale di carburante per aerei con carburante per aviazione sostenibile entro il 2030.

Il primo volo di prova di questo velivolo sperimentale è fissato nel 2028. L’obiettivo, ha affermato Nelson, è che la tecnologia serva quasi il 50% del mercato commerciale con velivoli a corridoio singolo a corto e medio raggio.

Le compagnie aeree dipendono in gran parte dagli aerei a corridoio singolo, che rappresentano quasi la metà delle emissioni del trasporto aereo in tutto il mondo, secondo la NASA. Lo sviluppo di nuove tecnologie per ridurre il consumo di carburante potrebbe sostenere l’obiettivo dell’amministrazione Biden di raggiungere zero emissioni nette di carbonio entro il 2050, come stabilito nel Piano d’azione per il clima dell’aviazione degli Stati Uniti.

READ  Amazon acquista One Medical per $ 3,9 miliardi mentre si espande nel settore sanitario

Boeing stima che la domanda di nuovi aeromobili a corridoio singolo aumenterà di 40.000 aeromobili tra il 2035 e il 2050.

L’amministratore della NASA Bill Nelson detiene un aeromodello con un’ala rinforzata Transonic Truss.

Joel Koski/NASA

Il progetto su cui stanno lavorando NASA e Boeing potrebbe ridurre il consumo di carburante e le emissioni fino al 30% rispetto ai velivoli più efficienti di oggi, secondo l’agenzia.

Si chiama Transonic Truss-Braced Wing Concept, che si basa su ali lunghe e sottili sostenute da montanti diagonali che collegano le ali all’aereo. La forma del design crea meno resistenza, il che significa che viene bruciato meno carburante.

Il programma Flight Demonstrator includerà anche altre tecnologie di volo rispettose dell’ambiente.

Pete Montaigne della CNN riporta il primo volo di successo di United Airlines alimentato da carburante sostenibile al 100%.

“La NASA sta lavorando per raggiungere l’ambizioso obiettivo di sviluppare tecnologie rivoluzionarie per ridurre l’uso di energia e le emissioni dell’aviazione nei prossimi decenni verso l’obiettivo della comunità aeronautica di zero emissioni nette di carbonio entro il 2050”, ha affermato Bob Pierce, amministratore associato della NASA per l’aeronautica. Direzione Tesi di Ricerca, in un comunicato.

“Il Transonic Truss-Braced Wing è il tipo di concetto e investimento trasformativo di cui avremo bisogno per affrontare queste sfide e, cosa più importante, le tecnologie dimostrate in questo progetto hanno un percorso chiaro e praticabile per informare la prossima generazione di velivoli a corridoio singolo, a beneficio di tutti coloro che li utilizzano. sistema di trasporto aereo”.

I vantaggi dell’aumento delle proporzioni dell’ala sono noti da molto tempo, ha affermato Pearce, ma la sfida di strutturare il progetto ha richiesto progressi nei materiali e nella costruzione per arrivare a quel punto di sviluppo.

READ  Il co-CEO di Kakao si dimette dopo che un'interruzione di massa ha bloccato l'accesso a 53 milioni di utenti

Collaborando al progetto, la NASA e Boeing potrebbero assumersi più rischi di quanto potrebbe fare l’industria aerospaziale Egli ha detto.

“Questo è un aereo sperimentale”, ha detto. “Questo non è uno sviluppo commerciale di un aereo su cui voleranno i passeggeri oggi. Il motivo per cui dobbiamo farlo è perché si tratta di una tecnologia ad alto rischio. Stiamo cercando di convalidare la tecnologia”.

La partnership, sostenuta da un accordo finanziato dallo Space Act, attingerà a competenze tecniche, strutture e 425 milioni di dollari dalla NASA in sette anni. Nel frattempo, Boeing ei suoi partner contribuiranno con i restanti 725 milioni di dollari e il piano tecnico.

“Siamo onorati di continuare la nostra partnership con la NASA e dimostrare la tecnologia che migliora significativamente l’efficienza aerodinamica con conseguente significativa riduzione del consumo di carburante e delle emissioni”, ha affermato Todd Citron, Chief Technology Officer di Boeing.

Il settore dell’aviazione è pronto ad aumentare la produzione di carburanti per aviazione sostenibili (SAF) a base di olio da cucina, abbigliamento, emissioni di produzione di acciaio e altre fonti rinnovabili.

Immagine in alto: concept art che mostra un aereo commerciale con la configurazione Transonic Truss-Braced Wing della NASA e il dimostratore di volo sostenibile di Boeing.