Settembre 26, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Aggiornamenti in tempo reale: la guerra della Russia in Ucraina

Aggiornamenti in tempo reale: la guerra della Russia in Ucraina

Dal 1 settembre, la Finlandia consentirà ai cittadini russi di programmare solo 500 appuntamenti per la domanda di visto al giorno, hanno affermato le autorità del paese scandinavo.

La mossa ha lo scopo di punire Mosca per la sua decisione di continuare a fare la guerra in Ucraina. Il governo finlandese aveva già ridotto a 1.000 il numero di appuntamenti giornalieri per i cittadini russi, ma senza che i combattimenti fossero in vista, Helsinki ha deciso di agire di nuovo.

Dei 500 appuntamenti al giorno, le autorità finlandesi consentiranno solo 100 di essere utilizzati per i visti turistici, secondo Jussi Tanner, direttore generale dei servizi consolari presso il Ministero degli Affari Esteri finlandese.

La Finlandia è sempre stata una destinazione di viaggio popolare per i russi. Secondo Tanner, nel 2013, prima dell’invasione russa e della successiva annessione della Crimea, i russi rappresentavano il 75% dei 13 milioni di valichi attraverso il confine orientale della Finlandia.

Tanner ha affermato che il numero di domande di visto russe respinte è aumentato di dieci volte dal 2019 e ora è di circa il 15%.

Ora si prevede che saranno rilasciati circa 425 visti al giorno.

Sanna Marin, il primo ministro finlandese, ha affermato che mentre si rende conto che la questione non è “bianco e nero” e che ci sono molti russi che non supportano l’invasione, molte persone in Europa sono frustrate quando vedono che “i russi viaggiano come se non avessero fatto nulla. È successo. ” .

“La gente comune russa non ha iniziato la guerra, ma allo stesso tempo dobbiamo renderci conto che appoggiano la guerra”, ha detto Marine lunedì in una conferenza stampa a Oslo. “Penso che non sia giusto che i cittadini russi possano viaggiare, entrare in Europa, entrare nell’area Schengen, essere turisti e vedere luoghi mentre la Russia sta uccidendo persone in Ucraina. È sbagliato”.

La decisione della Finlandia arriva sulla scia dei leader europei che lunedì hanno discusso su un possibile divieto di visto Schengen o dell’UE per i cittadini russi, con i leader di Germania, Svezia, Finlandia, Norvegia e Danimarca che hanno accettato di discutere ulteriormente la questione.

READ  Aggiornamenti live: la guerra della Russia in Ucraina