Dicembre 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Apple blocca i piani per utilizzare i chip YMTC cinesi – Nikkei

Apple blocca i piani per utilizzare i chip YMTC cinesi - Nikkei

(Reuters) – Il colosso tecnologico americano Apple (AAPL.O) I piani per utilizzare i chip di memoria della cinese Yangtze Memory Technologies Co (YMTC) nei suoi prodotti sono stati sospesi, dopo che Washington ha imposto severi controlli sulle esportazioni contro le società tecnologiche cinesi Nikkei. menzionato di lunedi.

Nikkei, citando persone che hanno familiarità con la questione, ha affermato che Apple aveva inizialmente pianificato di iniziare a utilizzare i chip di memoria flash NAND di YMTC finanziati dallo stato all’inizio di quest’anno. Inizialmente i chip dovevano essere utilizzati solo per gli iPhone venduti nel mercato cinese.

Il quotidiano ha affermato che la società stava finalmente valutando l’acquisto fino al 40% dei chip necessari per tutti gli iPhone da YMTC.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Gli analisti ritengono che YMTC sia tra le aziende più piccole che offrono chip di memoria ad Apple e che vedrà scarso impatto dalla mossa.

Tuttavia, l’analista di CFRA Research Angelo Zino ha affermato che l’implicazione più grande è che limita il potenziale di Apple di diversificare ulteriormente la sua base di fornitori sfruttando gli attori cinesi locali e migliorando il suo profilo di costo nel tempo.

Apple sta spostando più produzione in Vietnam e India per realizzare prodotti come i nuovi Airpod e iPhone. Leggi di più Leggi di più

Le azioni del produttore di iPhone sono aumentate dell’1,6% a $ 140,59 nel trading pre-campanello in mezzo a guadagni di mercato più ampi.

La scorsa settimana gli Stati Uniti hanno aggiunto YMTC, il più grande produttore cinese di chip di memoria, e altre 30 entità cinesi, a un elenco di società che i funzionari statunitensi non sono stati in grado di esaminare, aumentando le tensioni con Pechino, dove un avvio di 60 giorni potrebbe portare a sanzioni più severe.

READ  I dipendenti ottengono una paga enorme dopo aver venduto gomma e plastica del Minnesota per $ 950 milioni

L’ampia serie di controlli sulle esportazioni sulla Cina da parte dell’amministrazione Biden è un tentativo di rallentare il progresso tecnologico e militare di Pechino interrompendo la fornitura del paese di alcuni chip semiconduttori realizzati in qualsiasi parte del mondo con apparecchiature americane.

Apple non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento di Reuters, mentre la Yemen Mobile Communications Company ha rifiutato di commentare.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Rapporti aggiuntivi di Jaivir Singh Shekhawat e Akash Sriram a Bengaluru; Montaggio di Savio D’Souza, Dhanya Ann Thoppil e Shailesh Kuber

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.