Dicembre 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

BlockFi controlla la funzionalità della Piattaforma, inclusa la cessazione dei prelievi dei clienti

Il prestatore di criptovalute BlockFi ha interrotto i prelievi dei clienti sulla sua piattaforma come parte di una più ampia gamma di azioni della piattaforma sulla scia del crollo di FTX.

La società ha affermato in un tweet dell’11 novembre che “l’incertezza sullo stato di FTX.com, FTX US e Alameda” le ha impedito di funzionare normalmente.

Di conseguenza, ha affermato di avere un’attività della piattaforma limitata fino a quando non ottiene maggiore chiarezza sulla situazione in via di sviluppo.

La società chiede inoltre ai clienti di non effettuare depositi in portafogli BlockFi o conti interessi in questo momento.

Ciò arriva pochi giorni dopo un thread su Twitter dell’8 novembre in cui il fondatore e COO di BlockFi Flory Marquez ha assicurato agli utenti che i prodotti BlockFi sarebbero stati completamente funzionanti perché hanno ricevuto un prestito di 400 milioni di dollari da FTX US, una società separata. Uno colpito da crisi di liquidità.

Il commento di Marquez secondo cui BlockFi “rimarrà una società indipendente almeno fino a luglio 2023” potrebbe essere un riferimento all’accordo con FTX US che ha concesso loro una linea di credito, in cui a FTX US è stata data la possibilità di acquistare BlockFi a un prezzo variabile. Fino a 240 milioni di dollari.

Tuttavia, gli ultimi sviluppi di FTX US, incluso un banner nella parte superiore del sito Web di FTX US che dice “Il trading su FTX US potrebbe essere sospeso “In pochi giorni” ha sollevato interrogativi sull’impatto finanziario della caduta di FTX da parte degli Stati Uniti.

READ  Aggiornamenti in tempo reale: la guerra della Russia in Ucraina

Imparentato: FTX US si dimette dal Crypto Council for Innovation

La comunità delle criptovalute non ha accolto bene l’improvviso cambio di lingua in uscita da Blockchain 12 ore fa. era assicurato I clienti “continueranno come al solito con tutte le transazioni crittografiche, inclusi i prelievi”.

Kevin Baffrath, CEO di HouseHack e YouTuber con 1,85 milioni di abbonati, ha indicato un’inversione di marcia simile nei commenti pubblici di Sam Bankman-Fried prima del crash di FTX.