Maggio 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Britney Greiner è stata detenuta in Russia all’inizio della stagione di Phoenix Mercury

Britney Greiner è stata detenuta in Russia all'inizio della stagione di Phoenix Mercury

Phoenix (AFP) – Folle di viola e arancione si sono fatte strada attraverso il labirinto di barriere che riempiono il centro di Phoenix in questi giorni, e l’eccitazione cresce a ogni passo verso il centro dell’impronta.

I loro suoni, non più soffocati dal traffico e dai trattori, creavano all’interno della pista quel tipo di palpabile frastuono che solo l’inizio della stagione poteva generare.

Sotto di essa, un flusso di paura e dolore scorreva sulla persona scomparsa.

Sette volte All-Star e equipaggiamento chiave in due viaggi alle finali WNBA, Britney Greiner non era con i Phoenix Mercury nella partita di apertura contro i Las Vegas Aces venerdì sera. Mentre Mercury e il resto della WNBA avanzano verso la stagione, Griner si avvicina alla sua detenzione di tre mesi in Russiasenza calendario per il suo rilascio.

Ha detto MJ Hill, abbonato di Mercury dalla prima stagione WNBA nel 1997 che indossava la maglia “Free BG”. “È una persona così dolce e gentile, ed è terribile pensare a dove si trova e cosa sta passando”.

Grenier è stato arrestato il 17 febbraio dopo che le autorità dell’aeroporto di Mosca hanno dichiarato di aver trovato cartucce di sigarette elettroniche presumibilmente contenenti olio derivato dalla cannabis, che comportano una pena massima di 10 anni di carcere. L’amministrazione Biden ha deciso che Greiner era ingiustamente detenuto. L’udienza del tribunale russo è prevista per il 19 maggio.

Sia la WNBA che i funzionari statunitensi hanno lavorato per il rilascio di Griner, ma non hanno fatto progressi con il governo russo.

“Non passa giorno in cui io in qualche modo non lavori, parli con un gruppo eterogeneo di persone nel governo degli Stati Uniti, il suo agente, la sua famiglia e altri esperti del settore che possono aiutarci a navigare nel complesso e francamente”, il commissario WNBA Kathy Engelbert disse a Seattle. Nella nostra bozza, una situazione inimmaginabile”.

READ  'Comportamento scioccante': la ginnasta russa mostra 'Z' sul podio accanto al vincitore ucraino | Ginnastica

Sia la WNBA che la Mercury inizialmente erano riluttanti a dire qualcosa per paura di peggiorare le condizioni di Griner, ma sono diventate più esplicite man mano che la sua detenzione si è prolungata più a lungo. Diversi giocatori hanno parlato dell’arresto di Grenier, tra cui l’attaccante dei Seattle Storm Brenna Stewart, che twittava quotidianamente di lei.

“BG è nella mia mente ogni singolo giorno”, ha detto Stewart prima della partita di Storm contro i Minnesota Links venerdì sera. “Hai questi momenti in cui non riesci a credere che sia ancora detenuta in Russia ingiustamente. Sperando di riportarla a casa. La WNBA non è WNBA senza BG”.

In questa stagione la WNBA Griner onora un poster a terra con “BG” e il suo numero 42 in tutte le 12 arene del campionato in cui è ancora detenuta.

Washington ha posizionato le sue insegne sulla linea laterale blu tra i sedili di Sufi Square nella capitale della nazione, accanto al poster “Black Lives Matter”. Alcune varianti di Indiana Fever rimarranno a terra vicino a “BG42” mentre aspettano una pausa nell’azione in modo da poter entrare in gioco.

“Siamo tutti preoccupati per la situazione, ed è qualcosa che di solito viene affrontato molto più velocemente”, ha detto l’allenatore di Washington Mike Thibault. “(Non lo era) e penso che tutti vedano cosa sta succedendo. È nei pensieri di tutti. “

I giocatori di Mercury indossavano magliette nere con la scritta “We Are BG” a lettere bianche durante il riscaldamento e le presentazioni. Il portiere Sophie Cunningham si rivolge alla folla prima della partita contro Las Vegas.

“Speriamo ancora che torni presto con noi, ma fino ad allora vinceremo le partite”, ha detto.

READ  Tyson Fury giura di abbandonare la boxe professionistica e si definisce "The Best"

L’assenza di Greiner sembrava avere un effetto negativo su Mercury una volta iniziato il gioco, sia emotivamente che a terra. Phoenix, che aveva perso altri giocatori chiave per infortuni, è caduta in una grande buca all’inizio e ha perso 106-88.

“Nel primo tempo, non abbiamo mostrato molta resistenza”, ha detto la guardia di Mercury Skylar Diggins-Smith. “Sappiamo che dobbiamo migliorare. È la prima volta che usciamo tutti. Loro erano più fisici, sono entrati nelle loro posizioni, hanno condiviso il basket e noi eravamo carenti su entrambi i lati del campo”

Il titolare dell’abbonamento Chicago Sky Monty Apostolos ha indossato una felpa bianca con cappuccio venerdì sera con la frase “Britney Greiner NOW FREE!” nella parte anteriore e “WOMENHOOPTOO MOVEMENT” nella parte posteriore. È stato anche contrassegnato come “Free BG # 42” con una palla che passava attraverso la rete.

“Mi preoccupo per il suo benessere emotivo”, ha detto Apostolos, che interpreta sua nipote Joel Lloyd in Seattle Storm. “Voglio che sappia che la amiamo e che spingiamo ogni giorno il più possibile per assicurarci – tienilo lì, tienilo in primo piano e loro lo sanno ancora – e spero che capisca la parola. E si spera che lei sarà liberato”.

Il quarterback di 6 piedi-9, Greiner e la leader del punteggio WNBA Diana Torassi sono stati i giocatori chiave della franchigia Mercury che ha vinto il titolo WNBA 2014 e ha raggiunto la finale la scorsa stagione, perdendo contro Chicago Sky.

Griner è un All-Star per sei volte, vincendo consecutivamente i premi WNBA Defensive Player of the Year nel 2014-15 ed è il più prolifico nella storia della WNBA. Due volte medaglia d’oro, è stata una delle migliori stagioni della sua carriera di nove anni nella WNBA nel 2021, guidando la WNBA nei tiri bloccati mentre è arrivata seconda nel punteggio e sesta nei rimbalzi.

READ  Djokovic è stato incluso nel sorteggio dei pozzi dell'India nonostante lo stato di vaccinazione Covid non sia chiaro

Griner avrebbe dovuto svolgere ancora una volta un ruolo importante in Mercury in questa stagione dopo che la squadra ha potenziato il suo elenco con l’aggiunta di Tina Charles e Diamond DeShields.

___

Gli scrittori sportivi dell’Associated Press Howard Fendrich a Washington, DC, Tim Booth a Seattle e Andrew Seligman a Chicago hanno contribuito a questo rapporto.

___

Altro basket femminile da AP: https://apnews.com/hub/womens-basketball e https://twitter.com/AP_Sports