Ottobre 6, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Chris Dawson, l’argomento del podcast sul crimine, è stato condannato per aver ucciso sua moglie Lynette

Chris Dawson, l'argomento del podcast sul crimine, è stato condannato per aver ucciso sua moglie Lynette

Sospensione

Chris Dawson, un uomo australiano che è diventato oggetto di un popolare podcast sul crimine che ha indagato sulla scomparsa nel 1982 di sua moglie Lynette Dawson, è stato condannato per il suo omicidio, 40 anni dopo la sua scomparsa.

Il giudice Ian Harrison ha pronunciato la sentenza martedì presso l’Alta Corte del New South Wales, dopo un processo di due mesi che ha attraversato l’Australia. Sentenza, basata su prove del tutto circostanziali, Ci sono volute quasi cinque ore per la consegna.

Dawson, 74 anni, ex insegnante e giocatore di rugby, ha a lungo sostenuto la sua innocenza e si è dichiarato non colpevole dell’omicidio di sua moglie. È stato arrestato nel 2018, lo stesso anno in cui milioni di persone hanno ascoltato il podcast “The Teacher’s Pet”, che ha esaminato la relazione della coppia e le ultime settimane di vita della 33enne Lynette.

Il podcast, che ha fatto notizia in tutto il mondo, ha vinto un premio giornalistico per le sue rivelazioni.Dichiarazioni perdute da tempo e nuovi testimoniIl che ha spinto la polizia australiana a rinnovare la ricerca del corpo di Lynette. Tuttavia, Harrison ha osservato nella sua sentenza martedì, la catena potrebbe aver influito su alcune delle prove nel caso.

Lynette è scomparsa dalla sua casa sulla costa settentrionale di Sydney nel gennaio 1982, lasciando le sue due figlie, di 2 e 4 anni. E non sembra che abbia portato con sé nessuna delle sue cose. Dawson ha detto che sua moglie ha scelto di abbandonare la sua famiglia.

READ  Il grano indiano stava alleviando la crisi alimentare. Poi le esportazioni sono state vietate

Dopo un lungo esame delle prove, ha detto Harrison Era “convinto oltre ogni ragionevole dubbio che Lynette Dawson fosse morta intorno all’8 gennaio 1982, a seguito di un atto consapevole e volontario commesso dal signor Dawson con l’intento di causarne la morte”.

Ha detto che mentre le prove presentate erano “del tutto circostanziali”, le prove “prese nel loro insieme sono convincenti e persuasive”. “Quando c’è considerazione per la loro forza combinata, non ho dubbi”.

Harrison ha concluso che Lynette “non ha lasciato la sua casa volontariamente” e ha detto diverse “bugie” raccontate da Chris Dawson, incluso che Lynette lo ha chiamato più volte dopo la sua scomparsa, dicendo che aveva bisogno di un po’ di tempo lontano dalla sua famiglia. Mostra una “coscienza colpevole”.

Harrison: “Dire che Lynette Dawson, una donna che vorrebbe disperatamente lasciare una relazione, sarebbe incline a fornire aggiornamenti telefonici sullo stato della sua decisione di andarsene è assurdo” Egli ha detto Martedì, aggiungendo che il resoconto di Chris Dawson della loro conversazione, in cui ha detto solo “ha bisogno di più tempo lontano” ma non ha chiesto ad esempio dei suoi figli, non è stato convincente.

Gli amici e i parenti di Lynette hanno detto nel primo episodio del podcast che la devota madre non avrebbe mai abbandonato i suoi figli, con i quali condivideva un legame speciale.

Durante il processo, i pubblici ministeri hanno affermato che Dawson aveva una relazione con uno studente di 16 anni che era anche la babysitter della famiglia, identificata solo come “JC” al processo, al momento della scomparsa di Lynette. JC si trasferì nella casa di famiglia poco dopo la scomparsa di Lynette. I pubblici ministeri hanno affermato che Dawson ha ucciso sua moglie per poter continuare la sua relazione con JC.

READ  Biden prende in giro l'elogio di Trump di Putin e prende in giro le sue affermazioni di "genio stabile"

Dawson ha impiegato sei settimane per denunciare la scomparsa di Lynette e il suo corpo non è mai stato trovato.

“Speriamo che un giorno possiamo trovare nostra sorella e metterla a riposo”, il fratello di Lynette, Greg Sims Martedì detto Ha parlato anche fuori dal tribunale. Dawson ha chiesto che fosse rivelato dove si trovassero i suoi resti in modo che potesse finalmente riposare.

Il podcast “The Teacher’s Pet” non era disponibile in Australia nel 2019, a seguito dell’incriminazione di Dawson, per garantire che fosse ascoltato in modo equo. Anche la prova È successo senza una giuria – su richiesta di Dawson – concesso per l’alto profilo e la natura ampiamente pubblicizzata del caso.

Mentre podcast e documentari sui crimini veri sono diventati molto popolari negli ultimi anni, con un rinnovato interesse per i casi di omicidio irrisolti o la rivelazione di nuove prove, il processo di Dawson ha sollevato interrogativi sull’impatto che la pubblicità potrebbe avere sul processo.

Harrison Martedì detto Che “l’animale domestico dell’insegnante” potrebbe aver corrotto alcune delle prove nel caso “e privato alcune delle prove della sua utilità”.

Ha anche notato che i critici hanno sostenuto che il podcast offriva una “visione meno che equilibrata” della questione.

in Dichiarazioni extragiudiziali Dopo la sentenza di martedì, Ha detto il giornalista dietro il podcast, Hedley Thomas Il suo ruolo nel podcast gli ha fatto sentire come se “conoscesse” Lynette. “La sua storia mi ha scioccato perché così ingiusto e ingiusto, sono diventato ossessionato da lei”, ha detto ai giornalisti.

Mentre Thomas ha accolto favorevolmente la sentenza e ha elogiato i pubblici ministeri nel caso, ha notato che Dawson è stato in grado di godersi 40 anni della sua vita senza affrontare la “responsabilità” per le sue azioni a causa di difetti nel sistema e precedente gestione del caso. Ha detto che Lynette è stata semplicemente trattata “come una madre in fuga, quando le circostanze erano molto sospette”, aggiungendo che era “vergognosa”.

READ  L'Europa rafforza il sostegno all'Ucraina mentre la Russia preme all'offensiva

Greg Walsh, l’avvocato di Dawsongiornalisti martedì Che il suo cliente fosse “sotto shock” e “sgomento” e “sicuramente” farà appello alla condanna.

Il signor Dawson ha sempre sottolineatoÈ assolutamente innocente del crimine per il quale è stato condannato e continua a farlo. Continuerà ad affermare tale innocenza. Sicuramente riprenderà”.

Dawson sarà giudicato in un secondo momento.