Novembre 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Cosa è successo il primo giorno della COP27 Summit sul clima

Cosa è successo il primo giorno della COP27 Summit sul clima
video

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha esortato i leader mondiali al vertice sul clima della COP27 ad accelerare gli sforzi dei loro paesi per affrontare il cambiamento climatico o affrontare “l’inferno climatico”.a lui attribuitoa lui attribuito…Muhammad Salem/Reuters

SHARM EL-SHEIKH, Egitto – Decine di presidenti e primi ministri sono intervenuti lunedì in un vertice globale sui cambiamenti climatici dopo che il Segretario generale delle Nazioni Unite ha aperto la sessione odierna avvertendo che il mondo era “su una corsia preferenziale per l’inferno climatico e abbiamo stabilito il nostro piede sulla via”. acceleratore.”

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha dato il tono ai colloqui internazionali sul clima guidati dalle Nazioni Unite, che sono iniziati ufficialmente domenica quando minacce cumulative di guerra, riscaldamento e crisi economiche colpiscono tutti i continenti, colpendo i più vulnerabili del mondo. le persone sono più difficili.

“Stiamo lottando per le nostre vite e stiamo perdendo”, ha detto Guterres nel suo discorso di apertura al vertice tenutosi nella località di Sharm el-Sheikh, sul Mar Rosso. Dozzine di leader mondiali hanno tenuto brevi discorsi all’evento lunedì.

Successivamente, il primo ministro britannico Rishi Sunak ha detto ai delegati che l’invasione russa dell’Ucraina dovrebbe spingere i paesi ad aumentare gli investimenti nelle energie rinnovabili. “L’aberrante guerra di Putin in Ucraina e l’aumento dei prezzi dell’energia in tutto il mondo non sono un motivo per rallentare il cambiamento climatico”, ha affermato Sunak. “Sono un motivo per lavorare più velocemente”.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato che la guerra in Ucraina non dovrebbe alterare gli impegni dei paesi per ridurre le emissioni di gas serra.

READ  La guerra russo-ucraina: cosa sappiamo il giorno 41 dell'invasione russa | Ucraina

I colloqui iniziano tra nuovi preoccupanti dati: l’Organizzazione meteorologica mondiale ha affermato domenica che il pianeta probabilmente ha sperimentato Otto anni più caldi mai registratianche ogni anno da quando i paesi si sono uniti nel 2015 per creare l’importante accordo di Parigi che aveva lo scopo di allontanare l’economia globale dai combustibili fossili e dal lento riscaldamento.

L’errore più grande nei colloqui di quest’anno è la questione di quali paesi ricchi e industrializzati rappresentano la quota maggiore di emissioni di gas serra. condanna Per coloro che sopportano il peso maggiore dei rischi climatici. A proposito di questo c’è stato un piccolo hack domenica. Progressi sulla questione controversa Chi pagherà il prezzo del danno irreparabile che il cambiamento climatico sta infliggendo ai più vulnerabili del mondo.

L’Egitto ospita la conferenza e il governo ha cercato di presentarsi come un campione del clima nei paesi in via di sviluppo. Ma questi sforzi a volte sembravano entrare in conflitto con lo stato record inquietanti sull’ambiente e sui diritti umani. L’avversario politico più importante in Egitto è Alaa Abdel-Fattah, che ha trascorso più di 200 giorni sciopero della fame Nel tentativo di fare pressione sulle autorità affinché lo lasciasse andare, ha promesso di avviare uno sciopero dell’acqua all’inizio del vertice.

Inoltre, le proteste, che sono state una caratteristica dei precedenti vertici della COP, sono state finora notevolmente assenti in Egitto, in parte a causa della rigida militanza. misure di sicurezza E dopo il sito della conferenza per le grandi città.

Anche con i manifestanti per lo più assenti dalle strade, gli attivisti colgono ancora l’opportunità per spingere i governi a intraprendere azioni più dure contro il cambiamento climatico. Lunedì i gruppi ambientalisti hanno chiesto “Trattato per vietare la diffusione dei combustibili fossiliPorrebbe fine a tutti i nuovi progetti di petrolio, gas e carbone.

READ  Aggiornamenti in tempo reale: la guerra della Russia in Ucraina

Climate Talks è la 27a sessione della Conferenza delle Parti della Convenzione delle Nazioni Unite Perché l’evento è noto come COP27. Più di 44.000 persone si sono iscritte per partecipare, inclusi rappresentanti del governo, delle imprese e dei gruppi della società civile.

I colloqui arrivano alla fine di un anno che ha visto insolite ondate di calore nell’emisfero settentrionale, inondazioni catastrofiche in Pakistan e Nigeria e grave siccità in Cina.

Secondo un elenco pubblicato dalle Nazioni Unite, 110 capi di stato e di governo si stanno rivolgendo alla conferenza, che è più di molte precedenti conferenze sul clima. Di questi, solo sette sono donne.

Nelle sue osservazioni di lunedì, il primo ministro delle Barbados Mia Motley ha collegato l’incapacità dei paesi a rischio di affrontare i rischi climatici con la storia, affermando che i paesi del nord del mondo controllavano ancora i soldi di cui i paesi del sud del mondo avevano bisogno per allontanarsi da combustibili fossili.

Ha anche ribadito il suo appello per una riforma globale delle istituzioni internazionali per lo sviluppo come la Banca Mondiale.

“Questo mondo è molto simile a quello in cui si trovava quando faceva parte di un impero imperiale”, ha detto.