Febbraio 3, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Cos’è il vortice polare? E altre domande relative al freddo

L’idea di base, ha detto, è che le condizioni più calde creano onde più grandi e più energetiche nell’atmosfera che rendono la corrente a getto più ondulata, con picchi e avvallamenti più ampi. Ciò influisce sulla rotazione del vortice polare.

Per usare l’analogia con la trottola, ha detto: “È come se stesse iniziando ad agitarsi con le cose”. “Perde la sua bella forma rotonda e in questo caso diventa più elastica.” Un lobo si estende al Canada e agli Stati Uniti, portando in primo piano il freddo.

Il dottor Cohen ha affermato di aver studiato l’argomento dal 2005 ed è più fiducioso che mai nella connessione ai cambiamenti nell’Artico. “Le prove stanno solo crescendo”, ha detto.

Altri studiosi non ne sono così sicuri. in un breve scritto Nella rivista Nature Climate Change nel 2020, due ricercatori dell’Università di Exeter in Inghilterra scrivono che, nonostante il continuo riscaldamento nell’Artico e la perdita di ghiaccio marino, le tendenze a breve termine degli eventi di freddo estremo, l’increspatura della corrente a getto e altre misurazioni climatiche associate negli anni ’90 e nel decennio Il primo del 21° secolo “non è durato nell’ultimo decennio”, indebolendo l’argomento secondo cui il colpevole era il riscaldamento nell’Artico.

Alcuni esperti suggeriscono che invece del riscaldamento, altri elementi che cambiano naturalmente nel clima terrestre potrebbero influenzare il vortice. Tra questi, ha affermato Ted Shepherd, scienziato del clima presso l’Università di Reading in Inghilterra, ci sono le temperature della superficie del mare nel Pacifico equatoriale, che possono portare a cambiamenti nelle masse d’aria artiche che interrompono la corrente a getto e il vortice.

READ  Funzionari: una nave ancorata è tornata a galla nel canale egiziano di Suez

Gli scienziati affermano che le domande sul ruolo che un riscaldamento dell’Artico potrebbe svolgere in periodi di freddo estremo sono un esempio del tipo di dibattiti sui cambiamenti climatici salutari che si stanno verificando ora. Non si tratta di stabilire se il cambiamento climatico sia reale – a questa domanda è stata data risposta – ma che tipo di impatti si stanno verificando, quanto sono gravi e se peggioreranno man mano che il riscaldamento continua.

La maggior parte degli studiosi vede questo dibattito come un dibattito importante che è ancora in corso. Alcuni aspetti, ha affermato il dottor Vavros, “hanno basi fisiche molto solide”. Tra questi, ha detto, c’era l’idea che il riscaldamento dell’Artico, riducendo la differenza di temperatura tra l’Artico ei tropici, avesse indebolito i venti della corrente a getto. Ha detto che altri aspetti, incluso se e dove il riscaldamento sta rendendo la corrente a getto più increspata, “sono cose con cui siamo stati davvero alle prese e siamo ancora incerti”.

“All’inizio, c’erano molti pensieri in bianco e nero, anche tra persone come me, su questa domanda”, ha aggiunto il dottor Vavros. “Man mano che emergono sempre più prove, ci sono chiaramente molte sfumature di grigio”.