Ottobre 6, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Daniel si rafforza come il primo uragano atlantico della stagione 2022

Commento

La tempesta tropicale Daniel ha raggiunto la forza dell’uragano sull’Atlantico aperto venerdì mattina, ha annunciato il National Hurricane Center. La tempesta, che non dovrebbe minacciare nessuna terra, è finora il primo uragano della altrimenti tranquilla stagione atlantica.

Danielle è l’ultimo uragano che si è formato nell’Atlantico dal 2013, ha affermato Bill Klotzbach, meteorologo tropicale della Colorado State University.

Un’altra stranezza di una stagione atlantica altrimenti strana: la tempesta è cresciuta insolitamente forte a nord – vicino a 40 gradi di latitudine – dove gli uragani sono rari. Ma è stata l’acqua di mare più calda registrata lì ad alimentare la tempesta.

L’esperto di uragani Michael Lowry dell’affiliata televisiva di Miami WPLG ha twittato che le temperature della superficie del mare vicino a Daniel hanno superato per la prima volta gli 80 gradi. Tale acqua calda è necessaria per intensificare le tempeste tropicali e gli uragani.

Gran parte dell’Atlantico nord-occidentale è significativamente più caldo del normale, riflettendo gli effetti del cambiamento climatico causato dall’uomo, che ha innalzato le temperature oceaniche in tutto il mondo.

Il Programmi nazionali di amministrazione oceanica e atmosferica Nella zona in cui Daniel è cresciuto è in corso un’ondata di caldo oceanico da moderata a forte. Le ondate di calore oceaniche sono periodi in cui le temperature oceaniche sono anormalmente elevate e sono associate a effetti significativi sugli ecosistemi marini.

READ  Samsung ha annunciato il primo chip per smartphone con GPU AMD Ray Tracing

Daniel fa parte degli uragani settentrionali e orientali che si formano nell’Oceano Atlantico, a causa di questa ondata di caldo.

Alle 11:00 ET, Daniel era centrato a circa 885 miglia a ovest delle Azzorre e quasi fermo. “Si prevede che l’uragano ruoti sull’Atlantico aperto nei prossimi due giorni, per poi girare lentamente verso nord-est all’inizio della prossima settimana”, ha scritto il centro degli uragani.

Il centro prevede che la tempesta si rafforzerà fino a diventare un uragano di categoria 2 entro domenica, prima di indebolirsi a una categoria 1 entro la metà della prossima settimana.

La stagione degli uragani del 2022 ha sorpreso i meteorologi essendo insolitamente tranquilla, nonostante le prime previsioni di una stagione intensa. L’Atlantico è stato senza una tempesta nominata per quasi due mesi, dall’inizio di luglio alla fine di agosto. Agosto è passato senza temporali per la prima volta dal 1997.

Le previsioni di un’intensa stagione degli uragani si sono rivelate sbagliate?

Sebbene l’acqua calda dell’oceano favorisca la formazione di tempeste, la combinazione di aria secca e stabile e venti ostili di solito sopprime lo sviluppo.

Ma dall’inizio di settembre, l’Atlantico ha mostrato segni di risveglio. Oltre a Daniel, il centro dell’uragano sta monitorando una perturbazione a est delle Piccole Antille e ha una probabilità del 70% di trasformarsi in una depressione tropicale o in una tempesta nei prossimi cinque giorni.

READ  Il Duke Ellington School Theatre non prenderà il nome da Dave Chapel

Il sistema sta osservando: la maggior parte dei modelli di previsione afferma che la perturbazione si estenderà al mare in diversi giorni, ma alcuni suggeriscono che potrebbe continuare a ovest verso le Bahamas e forse gli Stati Uniti sudorientali.

Viene monitorata anche un’altra perturbazione a ovest dell’Africa, ma il centro ha stabilito che ha solo il 10% di possibilità di formarsi.