Dicembre 6, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

È chiaro che Ryan Murphy è dalla parte di Dahmer

È chiaro che Ryan Murphy è dalla parte di Dahmer

Dahmer

Dahmer
immagine: Netflix

Ryan Murphy Dahmerinsieme a Il metodo Evan Peters va avanti da mesi Per interpretare l’assassino con lo stesso nome, lo era Grande successo per Netflix. È stato anche accolto, in qualche modo paradossalmente, con un contraccolpo sul modo in cui presumibilmente glorifica o minimizza le storie di Jeffrey Dahmer sulle sue vittime o sulle loro famiglie. Le vere storie di crimini che prendono il punto di vista dell’assassino, o almeno enfatizzano il punto di vista dell’assassino, sono sempre alquanto controverse, ma riguardano l’orrore dei crimini di Dahmer e il fatto che Peters lo abbia interpretato. Polemiche per alcune persone. Aggiungi il fatto che Murphy in seguito ha ammesso di aver contattato i cari delle vittime di Dahmer e “Nessuno ha risposto”, E hai così tanto supporto per la squadra che probabilmente non avrebbe dovuto farlo.

Ma, ovviamente, Ryan Murphy è al suo fianco Dahmerspiegato in a Il New York Times Ha descritto lo spettacolo esplorando come l’omofobia e il razzismo hanno permesso ai crimini di Dahmer di continuare, dicendo che la sua storia era “la cosa più grande che abbia mai visto, una sorta di ricerca su quanto sia facile farla franca nelle aree bianche privilegiate”. Si chiede anche quali siano le “regole” ora, dicendo: “Non dovremmo mai fare un film su un tiranno?”

Sorprendentemente, Murphy è pronto Dahmer Tanto che si oppose Netflix sta rimuovendo il tag LGBTQ dalla serie—che la maggior parte delle emittenti in diretta tende a utilizzare per evidenziare le rappresentazioni positive delle persone LGBT, quindi continua ad essere utilizzato Dahmer Alcuni telespettatori si sono offesi. Murphy dice di aver chiesto a Netflix perché il tag è stato rimosso dal suo programma, e gli è stato detto che “le persone sono arrabbiate perché era una storia sconvolgente”, ma dice che è questo il punto. “Era la storia di un uomo gay e, soprattutto, delle sue vittime gay”.

READ  La famiglia reale ha bisogno di affrontare il commento della "carnagione scura" per sopravvivere