Novembre 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Eagles OL condivide le lezioni di Jason Peters

Eagles OL condivide le lezioni di Jason Peters

Jason Kelsey ricorda di essersi seduto nella sala del cinema offensivo alcuni anni fa mentre gli Eagles si stavano preparando ad affrontare i Vikings in una partita pre-stagionale. La maggior parte dell’attenzione quella settimana era sulla sospensione permanente del Pro Bowler Everson Griffen.

Jason Peters ha guardato un bel po’ di spettacoli prima di dire: “Non dormire sul 99”.

Prima che Daniel Hunter diventasse lui stesso un giocatore professionista – Kelsey disse che nessuno sapeva davvero di Hunter in quel momento – Peters vide qualcosa in lui.

“Sapeva solo guardandolo per alcuni passi, come muoversi, come usare le mani”, ricorda Kelsey. “Le piccole cose nella stanza della linea offensiva si davano da fare guardando la struttura, il layout, la tecnica e tutto il resto. È stato in grado di raccoglierle, all’improvviso”.

Gli Eagles ospiteranno i Cowboys al Sunday Night Football in una battaglia per il controllo della NFC East. Peters, 40 anni, ha firmato con i Cowboys all’inizio di questa stagione, il suo 18esimo nella NFL. E sarebbe strano vederlo con una stella sull’elmo.

Non solo perché Peters ha giocato 11 stagioni a Filadelfia, fatto sette Pro Bowl, assistito nel Super Bowl e sarebbe diventato uno dei più grandi giocatori nella storia della franchigia. Ma anche perché tante delle lezioni che ha insegnato risuonano ancora nella stanza della linea offensiva degli Eagles.

Kelsey ha detto che Peters “aveva il miglior senso del gioco con cui avesse mai giocato”. Ha spiegato che Peters è interessato a cose al di là della tecnologia e della formazione.

“Penso che molti dei giocatori, e questo sia soprattutto per giocare sulla linea offensiva, gli allenatori tendono ad essere tecnici”, ha detto Kelsey. “Fai il tuo primo passo ed è 6 pollici sopra il tabellone principale, fai il tuo prossimo passo qui e boom, boom, boom. E va bene. Questa è una buona regola. Ma JP aveva una consapevolezza e un incredibile senso del gioco che quando aveva già quella base, gli ha permesso di intensificare il suo gioco al livello successivo e l’ho visto quando stavi guardando il film con lui”.

READ  Benvenuto al Mullet Stadium con la storia delle squadre NHL che giocano in luoghi esotici

Anche questo si è spostato fuori dal campo.

“È un po’ il modo in cui ha gestito l’essere in questo edificio, un po’ il modo in cui ha gestito le relazioni”, ha detto Kelsey. “E’ stato molto come partecipare. Se impari qualcosa da lui, non dimenticare che sei un compagno di squadra, che sei con un gruppo di giocatori e siamo qui fuori a farlo insieme”.

Ovviamente, ciò che Kelsey ha imparato di più da Peters è stato a un livello più ampio. Insegnagli a pensare in modo diverso al gioco. Ma non dimenticare, Peters è stato un’interferenza mancina nove volte dal Pro Bowl per un motivo. Era decisamente dominante nel suo periodo migliore.

E il mancino dominante era sempre felice di aiutare a guidare i suoi compagni di squadra più giovani. È successo quando gli Eagles hanno scelto Lynne Johnson al primo round nel 2013 ed è successo quando hanno scelto Jordan Mailata al settimo round nel 2018.

Il consiglio che Peters diede a Johnson e Malata fu molto simile.

Per uscire dalla linea, disse Mallata. “Ogni giorno sottolinea l’importanza di tenere il ragazzo di fronte a te. Quindi il modo numero uno per farlo è calciare il pallone e stare fuori dalla linea di scrimmage. Questo è il miglior consiglio che mi abbia mai dato. L’eco di Stout ha amplificato tutto centinaia di volte. Questa è stata la cosa migliore che mi ha insegnato.”

“Se vuoi battere un ragazzo, la cosa migliore da fare è arrivare al tuo posto e scendere dalla roccia. Sempre e sempre. Lo ha sempre sottolineato. Sono sicuro che è quello che dice Tyler Smith (placcaggio da cowboy della mano sinistra). Se tu vuoi battere i nostri corridori, ti allontani dalla palla. Questo è il punto focale. “

READ  Punteggi della settimana 10 della NFL: i leader guadagnano "A+" per aver scioccato gli Eagles imbattuti; I Buccaneers di Tom Brady hanno ottenuto un "A-"

Per anni, Peters è noto per la sua mossa di calcio. Sì, più avanti nella sua carriera negli Eagles che ha portato ad alcuni rigori sbagliati. Ma questo primo passo lo ha aiutato a diventare uno dei più grandi giocatori nella storia della franchigia.

Ed è una lezione che ha dato a uno dei migliori gruppi di interferenza iniziale della NFL.

“Scendi velocemente da quella palla”, ha detto Johnson. “Davvero, quando si arriva al punto, molti contrasti vengono superati perché non calciano abbastanza velocemente o non escono dalla linea di scrimmage. Tutto in noi è come uno sprint di 100 metri. Quell’inizio è l’80 percento di esso”.

All’inizio di questa settimana, Peters è andato a Vai avanti con il podcast di John Clark Per chiarire i suoi commenti sui fan degli Eagles, che secondo lui sono i migliori della NFL.

Anche Peters è stato il migliore della NFL per molto tempo e ha significato molto per la franchigia.

Per alcuni uomini, lo fa ancora.

“Era un uomo che poteva far parte di qualcosa”, ha detto Kelsey. “Ha sempre preso i ragazzi sotto la sua ala, era sempre lì cercando di aiutare i giocatori fuori dal campo. “Ehi, il mio camion si sta rompendo.” “Ehi amico, ho qualcuno che può prendersi cura di lui. Quello che è successo? Questo fa rumore? È questo?’

“Voglio dire, è stato meno preoccupato, secondo me, di alcune cose che forse interessano agli allenatori e più preoccupato di alcune delle cose che tengono davvero unita e unita la squadra”.

Iscriviti al podcast di Eagle Eye

Podcast di Apple | app google | spotify | Cucitrice | Articolo 19 | Guarda su YouTube

READ  Il punto di vista dei fan: Abramovich è rimasto sconvolto dal fatto che ha disturbato il mondo rilassato del calcio | Chelsea