Ottobre 1, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Esclusivo: le autorità di regolamentazione statunitensi controllano Alibaba, JD.com e altre società cinesi

Esclusivo: le autorità di regolamentazione statunitensi controllano Alibaba, JD.com e altre società cinesi

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • Alibaba, JD.com e Yum China hanno notificato l’esame di audit degli Stati Uniti – Fonti
  • Le società cinesi quotate negli Stati Uniti inizieranno a controllare i conti il ​​prossimo mese
  • Segue lo storico accordo di audit USA-Cina
  • Martedì le azioni Alibaba quotate negli Stati Uniti hanno chiuso in ribasso di circa il 3%.

HONG KONG (Reuters) – Le autorità di regolamentazione statunitensi hanno scelto le principali società di e-commerce Alibaba Group Holding Ltd. (9988.HK) e JD.com (9618.HK) Tra le altre società cinesi quotate negli Stati Uniti per un esame di audit che inizierà il mese prossimo, hanno affermato persone che hanno familiarità con la questione.

La scelta segue uno storico accordo di audit tra Pechino e Washington venerdì che consente alle autorità di regolamentazione statunitensi di ispezionare società di contabilità nella Cina continentale e a Hong Kong, ponendo potenzialmente fine a una controversia di lunga data che ha minacciato di espellere più di 200 aziende cinesi dalle borse statunitensi. Leggi di più

Il duo tecnologico insieme a Yum China Holdings Inc (9987.HK) — il proprietario dei ristoranti Kentucky Fried Chicken, Taco Bell e Pizza Hut in Cina — sono stati informati di essere tra i primi gruppi di società cinesi le cui revisioni a Hong Kong saranno esaminate dall’organismo di vigilanza statunitense, il Public Accounting Oversight Board ( PCAOB), le persone hanno detto a Reuters, rifiutandosi di rivelare la propria identità a causa delle restrizioni di riservatezza.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Le persone hanno aggiunto che le società di contabilità competenti di Alibaba, JD.com e Yum China – PwC, Deloitte e KPMG – sono state informate dell’ispezione.

READ  Nel Twitter Show di Elon Musk, il ruolo della moglie del CEO Parag Agrawal

Alibaba, JD.com, Yum China e China Securities Regulatory Commission non hanno risposto alle richieste di commento.

I portavoce di PwC e Deloitte hanno affermato che è politica aziendale non commentare le questioni dei clienti. KPMG ha rifiutato di commentare la questione.

Martedì un portavoce del PCAOB ha affermato che il consiglio non aveva commentato le ispezioni. Mercoledì non è possibile raggiungere l’agenzia per un commento al di fuori dell’orario di lavoro negli Stati Uniti.

Martedì le azioni Alibaba quotate negli Stati Uniti hanno chiuso in ribasso di circa il 3% dopo il rapporto Reuters, dopo essere aumentate di circa l’1% nel trading pre-mercato. Le sue azioni di Hong Kong hanno ridotto le perdite a quasi l’1% mercoledì pomeriggio, dopo essere scese di oltre il 3% al mattino.

Le autorità di regolamentazione statunitensi richiedono da oltre un decennio l’accesso ai documenti di revisione delle società cinesi quotate negli Stati Uniti, ma le autorità cinesi sono state riluttanti a consentire alle autorità di regolamentazione statunitensi di ispezionare le società di revisione contabile in Cina, adducendo problemi di sicurezza nazionale.

Alibaba, che è stata quotata in borsa a New York nel 2014 in quella che all’epoca era la più grande quotazione della storia, è la società cinese più preziosa quotata negli Stati Uniti con una capitalizzazione di mercato di $ 248 miliardi a partire da martedì.

Non esiste un trattamento speciale

Il PCAOB ha dichiarato venerdì di aver informato le società selezionate, senza nominarle, e che si aspettava che i loro funzionari sbarcassero a Hong Kong, dove saranno condotte le ispezioni, entro metà settembre.

READ  I futures azionari statunitensi sono piatti dopo che Dow e S&P 500 hanno rotto il calo di tre giorni

L’autorità di regolamentazione, che sovrintende agli audit delle società quotate statunitensi, ha affermato di selezionare le società in base a fattori di rischio, come le dimensioni e il settore, e che nessuna società può aspettarsi un trattamento speciale. Leggi di più

La Reuters non è stata in grado di dire quante altre società cinesi e quali sono state tra le prime ispezioni statunitensi.

Alibaba è stata fondata nel 1999 con l’e-commerce come attività principale. Negli ultimi anni si è espansa in settori in rapida crescita come i servizi cloud e l’Internet delle cose e possiede anche AutoNavi, una grande società cinese di mappatura e navigazione digitale.

A luglio, Alibaba è stata aggiunta all’elenco della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti di società cinesi che potrebbero essere cancellate se non soddisfano i requisiti di audit. Leggi di più

L’elenco ora include più di 160 aziende cinesi tra cui JD.com, Yum China e il produttore di auto elettriche Nio Inc.

Le attuali regole statunitensi stabiliscono che le società cinesi che non rispettano le richieste di documenti di lavoro di audit saranno sospese dalle negoziazioni negli Stati Uniti all’inizio del 2024.

Alcuni giorni prima che fosse aggiunta alla sua lista di controllo del delisting, Alibaba ha dichiarato che prevede di aggiungere una quotazione preliminare a Hong Kong alla sua presenza a New York, rivolta agli investitori nella Cina continentale. Leggi di più

Il colosso tecnologico, già quotato alla Borsa di Hong Kong con una quotazione secondaria dal 2019, ha dichiarato di aspettarsi di completare la quotazione iniziale entro la fine del 2022.

Yum China ha dichiarato a metà agosto di aver anche presentato domanda per una quotazione preliminare nella città, poiché cerca di aggirare la minaccia di delisting da New York. Leggi di più

READ  Endeavour Ari Emanuel "non nervoso" per i piani per trasmettere Warner Bros. Discovery - Deadline

La società prevede che la conversione dall’attuale stato di quotazione secondaria a primaria sarà completata in ottobre, previa approvazione degli azionisti.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Copertina di Julie Zhou a Hong Kong; Segnalazione aggiuntiva di Katanga Johnson a Washington. Montaggio di Sumit Chatterjee e Christopher Cushing

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.