Novembre 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Felicia Sonmas: La giornalista del Washington Post è stata licenziata dopo una faida durata una settimana con i colleghi

Sonmez non ha risposto immediatamente alle richieste di commento. Un portavoce di The Post ha rifiutato di commentare.

Sonmas era al centro della guerra del dopoguerra iniziata venerdì scorso quando il giornalista David Weigel ha ritwittato una battuta sessuale.

Entro lunedì, il Post lo aveva sospeso per un mese senza retribuzione e lo aveva istruito in dichiarazioni pubbliche e private.

Ma il retweet, su cui Sonmas si è concentrato per la prima volta su Twitter e nel post, ha sconvolto la redazione della stampa.

Sonmez, che ha citato in giudizio il giornale per discriminazione nel 2021 (il caso è stato recentemente archiviato; ha intenzione di ricorrere in appello), la scorsa settimana ha parlato apertamente di questioni legate alla disuguaglianza in redazione.

Nei suoi commenti pubblici, Sonmase è stato molto critico nei confronti della leadership di The Post, inclusa la direttrice esecutiva Sally Pusby e molti dei suoi colleghi.

A volte, alcuni dei suoi colleghi hanno fatto appello a Sonmays affinché smettesse di attaccare The Post sui social media su Twitter.

Jose A., corrispondente di The Post. Dell Real ha risposto al tweet iniziale di Sonmas su Twitter sabato. Il tweet di Weil era “terribile e inaccettabile”, ha detto Dell Real.

“Ma”, ha aggiunto, “mobilitare Internet per attaccarlo per il torto che ha fatto in realtà non risolve nulla. Siamo tutti confusi in qualche modo. C’è qualcosa come una sfida compassionevole”.

Sonmas ha risposto: “Definire molestie sessuali non è ‘crudele’, ma è” assolutamente necessario”.

Buzbee ha tentato due volte di disinnescare le lotte interne pubbliche attraverso dichiarazioni, incluso un severo promemoria rilasciato al personale martedì. Nella nota, Buzbee ha delineato le regole che tutti i dipendenti dovrebbero seguire, “in termini forti”.

READ  Juan Soto è l'ultimo in trattative commerciali

“Non tolleriamo che i colleghi attacchino i colleghi direttamente o online”, ha scritto Buzbee. “Il rispetto per gli altri è importante per qualsiasi società civile, compresa la nostra redazione”.

Ma quella nota non poteva porre fine alla vicenda.

Ore dopo che Buzbee ha pubblicato il suo memo, Sonmez ha twittato uno screenshot su Twitter che mostrava Dell Real ancora bloccato su Twitter. Ha anche ritwittato un altro utente, prendendo in giro alcuni dei suoi colleghi per aver inviato tweet orgogliosi su ciò per cui lavorava al The Post.

La giornalista Lisa Rein ha twittato su Sonmez quella notte, scrivendo: “Per favore, fermati”.

Sonmase ha risposto: “Hai qualche idea degli abusi che sto affrontando ora?”

A partire da giovedì, Sonmas stava ancora criticando The Post e twittando lunghi thread.

Sonmase, nel suo libro del giovedì, ha suggerito che The Post fosse un buon posto di lavoro solo per persone bianche e ben pagate.