Febbraio 2, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Funzionari: una nave ancorata è tornata a galla nel canale egiziano di Suez

IL CAIRO (AP) – Una nave da carico che trasportava cerchi di mais nelle prime ore di lunedì nel corso d’acqua egiziano è stata rimessa a galla e il traffico del canale è tornato, ha detto l’Autorità del Canale di Suez.

L’ammiraglio Osama Rabie, capo dell’autorità, ha affermato che la MV Glory, che batte bandiera delle Isole Marshall, ha subito un malfunzionamento tecnico e che il canale ha dispiegato quattro barche per aiutarla a rimettersi a galla. Ha detto che la nave era stata rimorchiata in un vicino parco marino per risolvere il problema.

Rabih non ha discusso la natura del guasto tecnico. Parti dell’Egitto, compresi i governatorati settentrionali, hanno subito un’ondata di maltempo domenica.

Rabie ha dichiarato in una dichiarazione che il traffico nel canale è ripreso dopo che la nave è stata rimessa a galla e si prevede che 51 navi attraverseranno il corso d’acqua lunedì.

Marwa Maher, un’addetta ai media presso la Canal Authority, ha affermato che la nave si è arenata intorno alle cinque del mattino ora locale ed è stata rimessa a galla cinque ore dopo.

La società di servizi del canale, Leth Agencies, ha affermato che il Glory si è arenato vicino alla città di Qantara, nel Governatorato del Canale di Suez, a Ismailia. I dati di tracciamento satellitare analizzati dall’Associated Press hanno mostrato che il Glory si è arenato in una corsia del Canale di Suez, a sud di Port Said sul Mar Mediterraneo.

Leth Agencies in seguito pubblicò un’infografica che indicava che Glory, di proprietà di Primera Shipping Inc. Greco, era contro la sponda occidentale del canale, puntato a sud e non ancorato attraverso il canale.

READ  Il re Carlo III prevedeva di sostituire la regina Elisabetta su banconote e monete in un processo di due anni

Non è stata la prima nave ad incagliarsi nell’importante corso d’acqua. La “Ever Given”, battente bandiera di Panama, un’enorme nave portacontainer, Si è schiantato contro un argine lungo un tratto a una corsia del canale nel marzo 2021, bloccando il corso d’acqua per sei giorni.

L’Ever Given viene liberato in un gigantesco salvataggio da parte di una flotta di rimorchiatori. Il divieto ha causato massicci ingorghi che hanno bloccato 9 miliardi di dollari al giorno nel commercio globale e catene di approvvigionamento tese già gravate dalla pandemia di coronavirus.

Il disastro di Ever Given ha spinto le autorità egiziane a iniziare ad allargare e approfondire la parte meridionale del corso d’acqua dove la nave ha toccato terra.

Ad agosto, la petroliera Affinity V battente bandiera di Singapore si è incagliata in un tratto del canale, bloccando il corso d’acqua per cinque ore prima di liberarlo.

Il JCC ha indicato che The Glory trasportava più di 65.000 tonnellate di mais dall’Ucraina destinate alla Cina.

Il JCC ha ispezionato il Glory al largo di Istanbul il 3 gennaio. Il centro comprende personale proveniente da Russia, Turchia, Ucraina e Nazioni Unite.

Il Canale di Suez, aperto nel 1869, fornisce un importante collegamento per petrolio, gas naturale e merci. Rimane anche una delle maggiori fonti di valuta estera in Egitto. Nel 2015, il governo del presidente Abdel Fattah El-Sisi ha completato un’importante espansione del canale, consentendogli di ospitare le navi più grandi del mondo.

Costruito nel 2005, Glory misura 225 metri (738 piedi) di lunghezza e 32 metri (105 piedi) di larghezza.

___

Lo scrittore dell’Associated Press Jon Gambrell a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, ha contribuito.

READ  Ryanair ha criticato per aver introdotto il test dell'afrikaans per i viaggiatori sudafricani