Settembre 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gangster Maninder Dhaliwal, amico ucciso nella sparatoria canadese di Vancouver: The Tribune India

Gangster Maninder Dhaliwal, friend killed in shootout in Canada's Vancouver


Servizio di notizie della tribuna

Chandigarh 25 luglio

Una sparatoria a Vancouver in Canada ha provocato la morte del gangster Maninder Dhaliwal e del suo amico Satinder Gill, secondo un rapporto del Vancouver Sun.

Secondo la notizia, il defunto apparteneva alla banda dei “Fratelli Guardiani”.

“Al momento della sparatoria vicino al Sundial Hotel, nel cuore del villaggio di Whistler a Vancouver, il gangster Maninder Dhaliwal, 29 anni, era accompagnato dal suo amico Satinder Gill, che non era coinvolto nella banda”, si legge nel rapporto.

Dhaliwal è morto sul colpo, mentre Jill ha ceduto alle ferite riportate in un centro sanitario.

La squadra investigativa integrata sugli omicidi ha confermato domenica in tarda serata che la sparatoria era collegata alla disputa tra le bande della terraferma inferiore.

“Sea-to-Sky RCMP è stato in grado di localizzare e arrestare diverse persone”, ha detto il sergente Timothy Pierrotty, aggiungendo che il veicolo bruciato poi trovato nel blocco 3300 di Ptarmigan Place era collegato agli omicidi.

L’incidente arriva dieci giorni dopo l’orribile omicidio di Repudhaman Singh Malik, assolto dall’accusa di aver bombardato un aereo dell’Air India.

Le ultime due vittime sono state uccise in pieno giorno mentre erano sedute in un’auto in un luogo pubblico come il Ripudaman Malik e, come in quell’incidente, un’auto è stata trovata in fiamme nelle vicinanze, secondo i media.

Ma i due incidenti non sono stati collegati dai funzionari.

CTV ha riferito, citando funzionari, che due persone la cui identità non è stata rivelata pubblicamente sono state arrestate in relazione ai recenti omicidi.

Ma finora non ci sono stati arresti nell’uccisione di Malik.

READ  Nessuna parola dai difensori ucraini scomparsi dell'Azovstal, dicono alcune famiglie

Dhaliwal, insieme a suo fratello Barinder, era su un elenco di sei uomini, quattro di origine indiana, rilasciati dal dipartimento di polizia di Vancouver lo scorso anno come “gangster” che “rappresentano un rischio significativo per la sicurezza del pubblico”. .

“La nostra intelligence della polizia ci porta a credere che gli individui che abbiamo identificato oggi possano essere presi di mira da membri di una banda rivale”, ha avvertito il capo della polizia Adam Palmer pubblicando le loro foto.

Il Vancouver Sun ha riferito che Dhaliwal era un membro di una banda nota come “Brothers Keeper” (BK), mentre Gill non era noto per il suo coinvolgimento nella banda.

Il sito web del giornale ha riferito che il fratello di Dhaliwal è stato ucciso l’anno scorso ad aprile.

CTV ha affermato che l’Integrated Homicide Investigation Team (IHIT) ha confermato che Dhaliwal e Gill sono stati presi di mira e che la sparatoria è collegata a un conflitto tra bande in corso nella regione della British Columbia, che include Vancouver.

Il Sun ha detto che BK è stato coinvolto negli anni in violente lotte con la banda nota come “Nazioni Unite” e con alcuni membri dei Red Scorpions.

Ha aggiunto che il fratello di Dhaliwal, Harb, è stato ucciso l’anno scorso fuori da un ristorante a Vancouver mentre era con lui e Parrinder.

Ha aggiunto che Manender ha inseguito l’uomo armato, Francoise Gauthier, e lo ha pugnalato a un occhio, ma non è stato accusato.

Il quotidiano Sun ha riferito che Gauthier ha confessato l’omicidio il mese scorso in un tribunale canadese ed è stato condannato all’ergastolo.

READ  Onu condanna il divieto finanziario ai media francesi | notizie sulla libertà di stampa

Ha detto che sia Maninder che Barinder erano stati colpiti diverse volte in passato. (con input IANS)