Giugno 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli indicatori climatici critici battono i record nel 2021, afferma l’ONU | crisi climatica

Gli indicatori globali critici della crisi climatica hanno battuto record nel 2021, secondo un rapporto delle Nazioni Unite, dall’aumento degli oceani ai livelli di emissioni di gas serra nell’atmosfera.

Questi sono chiari segni dell’impatto dell’umanità sul pianeta, che ha avuto effetti di lunga durata, ha affermato l’Organizzazione meteorologica mondiale delle Nazioni Unite (OMM). cattive condizioni meteoDescritto dall’Organizzazione meteorologica mondiale come il volto quotidiano dell’emergenza climatica, ha affermato l’organizzazione, ha causato enormi perdite di vite umane e ha provocato perdite stimate in centinaia di miliardi di dollari.

Siccità e inondazioni hanno causato un aumento dei prezzi dei generi alimentari, che è peggiorato nel 2022. Organizzazione meteorologica mondiale Lo stato del clima globale nel 2021 Il rapporto ha anche rilevato che gli ultimi sette anni sono stati i più caldi mai registrati.

“L’odierno Rapporto sullo stato del clima è una triste prova dell’incapacità dell’umanità di affrontare il cambiamento climatico. I combustibili fossili sono un vicolo cieco, sia ambientale che economico”, ha affermato António Guterres, Segretario generale delle Nazioni Unite.

“L’unico futuro sostenibile è un futuro rinnovabile. La buona notizia è che la linfa vitale è proprio di fronte a noi. L’energia eolica e solare sono prontamente disponibili e, nella maggior parte dei casi, sono più economiche del carbone e di altri combustibili fossili. Se lavoriamo insieme, il la trasformazione delle energie rinnovabili può essere un progetto di pace nel XXI secolo”.

Il professor Petteri Taalas, segretario generale dell’OMM, ha dichiarato: “Il nostro clima sta cambiando davanti ai nostri occhi. I gas serra causati dall’uomo riscalderanno il pianeta per molte generazioni a venire. Alcuni ghiacciai hanno raggiunto il punto di non ritorno e questo avrà ripercussioni a lungo termine in un mondo che soffre di più: già due miliardi di persone soffrono di stress idrico.

READ  Wordle 359 13 giugno - Lottando con Wordle oggi? TRE INDIZI PER AIUTARE A RISPONDERE | giochi | intrattenimento

“Il clima estremo ha un impatto diretto sulla nostra vita quotidiana”, ha affermato. “Abbiamo assistito di recente a un’emergenza siccità nel Corno d’Africa Inondazioni mortali in Sud Africa e il Molto caldo in India e Pakistan. I sistemi di allerta precoce sono assolutamente essenziali [to save lives] Eppure è disponibile solo in meno della metà dei 187 stati membri dell’organizzazione”.

Gli oceani del mondo assorbono oltre il 90% del calore intrappolato dai gas serra e il 2021 ha stabilito un record. Il calore crescente nell’oceano, che è irreversibile in periodi di tempo da secoli a millenni, è stato particolarmente forte negli ultimi 20 anni. L’Organizzazione meteorologica mondiale ha affermato che molti oceani hanno subito almeno una forte ondata di caldo marino nel 2021.

Anche il livello globale del mare ha raggiunto un nuovo record nel 2021. È aumentato di 10 cm dal 1993 e l’aumento sta accelerando, guidato dallo scioglimento delle calotte glaciali e dei ghiacciai e dall’espansione termica dell’oceano. L’Organizzazione meteorologica mondiale ha affermato che l’aumento sta minacciando centinaia di milioni di residenti costieri e si aggiunge ai danni causati dagli uragani.

Quasi un quarto di anidride carbonica2 Gli oceani assorbono le emissioni, ma questo le rende più acide. Ciò minaccia la fauna selvatica e le barriere coralline che compongono le lumache, e quindi la sicurezza alimentare, il turismo e la protezione costiera, ha affermato l’Organizzazione meteorologica mondiale. oceani adesso Più acido di almeno 26000 anni.

Il riscaldamento globale ha causato un aumento del livello del mare di 10 cm negli ultimi 30 anni

ko2 E il metano, un potente gas serra, è a livelli record, insieme all’anidride carbonica2 Concentrazione del 50% in più rispetto a prima della rivoluzione industriale ha innescato la combustione di massa di combustibili fossili. La temperatura globale nel 2021 è stata di 1,1°C superiore alla media preindustriale, Avvicinamento al limite di 1,5°C È stato concordato dai paesi del mondo per evitare i peggiori effetti del clima.

L’Organizzazione meteorologica mondiale ha notato eccezionali ondate di calore nel 2021 nel Nord America occidentale e nel Mediterraneo e inondazioni mortali nell’Henan, in Cina, nell’Europa occidentale e La pioggia viene registrata per la prima volta In cima alla calotta glaciale della Groenlandia. L’agenzia ha avvertito che l’Africa orientale è ad alto rischio di assenza di precipitazioni per la quarta stagione consecutiva, il che significherebbe la peggiore siccità degli ultimi 40 anni.

Il professor James Hansen, che Avvertire il mondo sul clima Una crisi nella testimonianza davanti al Senato degli Stati Uniti nel 1988, Ha detto questa settimana C’è stato un “sbalorditivo e persistente fallimento dei governi nell’adozione di politiche energetiche e climatiche efficaci a lungo termine.

“Dobbiamo tutti riconoscere che le richieste di politiche efficaci produrranno solo cambiamenti superficiali finché il ruolo degli interessi speciali nel governo rimarrà irrisolto”.

Lo ha rivelato il quotidiano The Guardian la scorsa settimana 195 Petrolio e gas “bombe al carbonio” Pianificati dall’industria, progetti che producono ciascuno almeno un miliardo di tonnellate di anidride carbonica2. Quelle bombe al carbonio da sole spingeranno il riscaldamento globale oltre 1,5°C, ma le 10 maggiori compagnie petrolifere sono sulla buona strada per spendere 103 milioni di dollari al giorno fino al 2030 in schemi di abbattimento climatico.